Renée Zellweger e i suoi speziati anni '60

L'attrice sta collaborando con la Lifetime per un progetto vagamente autobiografico ambientato tra gli anni Sessanta e Settanta.

La Lifetime ha intrapreso un nuovo progetto per la prossima stagione televisiva, un dramma che arriva dalle mani di Renée Zellweger. Questa segna la seconda collaborazione tra il canale e l'attrice, che hanno lavorato insieme per il film TV Living Proof - La ricerca di una vita del 2008. Il nuovo show, intitolato Cinnamon Girl, racconta la storia di quattro ragazze e del loro passaggio dalla pubertà all'età matura durante il perido storico tra la fine degli anni '60 e gli inizi degli anni '70. Seguiamo le gesta di Cassie, Lola, Penny e Lou, i loro sentimenti, le lotte interiori, le amicizie, gli amori e gli ostacoli da superare durante la tumultuosa era sociale quel decennio, sullo sfondo di una Los Angeles presa dalle ribellioni artistiche, sessuali e politiche.

Lo script, forgiato a quattro mani con Anthony Tambakis, si ispira liberamente alla vita stessa della Zellweger, al passaggio dalla piccola città del Texas alla mecca del cinema, e si combina con l'attrazione che Tambakis ha sempre avuto per la New Hollywood di quel periodo, per l'impronta ribelle e indelebile che gli autori dell'epoca hanno lasciato sull'industria dell'intrattenimento. A Gavin O'Connor sarà affidata la regia del pilot mentre Danny Bramson si occuperà della produzione.

Renée Zellweger e i suoi speziati anni '60
Privacy Policy