Quentin Tarantino rivela come i suoi film sono collegati tra loro

Il regista ha spiegato nuovi dettagli su come tutti i suoi lungometraggi facciano parte dello stesso universo.

Quentin Tarantino ha confermato che tutti i suoi film sono collegati tra loro grazie ai personaggi che, nel loro insieme, danno vita a due universi diversi.
In una recente intervista rilasciata a The Project il filmmaker ha spiegato: "Ci sono in realtà due universi separati. C'è l'universo più reale del reale e tutti i personaggi vivono in quello. Ma poi c'è questo universo cinematografico. Quindi Dal tramonto all'alba, Kill Bill si posizionano in questo universo cinematografico speciale. Quando tutti i personaggi de Le iene o Pulp Fiction vanno al cinema, Kill Bill è quello che andranno a vedere. Dal tramonto all'alba è quello che vedono".

Leggi anche: Quentin Tarantino: "Ecco perché voglio fermarmi a dieci film"

C'è poi il momento in cui Mia Wallace (Uma Thurman) parla di Volpi Forza 5 a Vega, in Pulp Fiction, e descrive il suo personaggio come se fosse la protagonista letale di Kill Bill e tutti gli agenti della squadra al centro del telefilm si avvicinano alle caratteristiche dei membri della Squadra Assassina Vipere Mortali.

Leggi anche: Quentin Tarantino prepara un gangster movie nell'Australia del 1930?

In The Hateful Eight, inoltre, c'è un'altra connessione: "Dirò solo che c'è un personaggio tra gli otto protagonisti che ha un legame di parentela con un altro dei miei personaggi presenti negli altri film". Il regista ha poi aggiunto: "L'unico altro indizio che posso dare è che l'attore che era stato scelto in origine per quel personaggio dell'altro film non ha poi fatto parte del cast a causa di altri impegni".

SPOILER La soluzione è tuttavia molto semplice, ma se non desiderate anticipazioni non proseguite nella lettura di questo paragrafo:
Si tratta di Oswaldo Mobray che in The Hateful Eight si scopre essere in realtà chiamato 'English' Pete Hicox, quindi parente di Archie Hicox (Michael Fassbender) di Bastardi senza gloria.

Facendo un salto nel passato si può inoltre ricordare Vincent Vega di Pulp Fiction che era il fratello di Vic Vega in Le Iene, e Lee Donowitz di Una vita al massimo che è il figlio di Donnie di Bastardi senza gloria.

Che ne pensate? Condividete la vostra opinione sull'idea di Tarantino.

Quentin Tarantino rivela come i suoi film sono...
Quentin Tarantino rivela cosa farà quando smetterà di dirigere
Quentin Tarantino: 11 minuti di morte nel supercut
Privacy Policy