Premio Kinéo a Natalie Portman

All'attrice è stato assegnato un premio per il suo impegno nelle problematiche sociali e umanitarie. Premiati anche numerosi giovani attori italiani e lo scenografo Dante Ferretti.

Maria Vittoria Galeazzi

Giunto alla sua sesta edizione, il premio Kinéo - Diamanti al cinema italiano si ripete anche quest'anno con un'elegante cerimonia nella lussuosa location dell'Hotel Des Bains al Lido veneziano. I vincitori, votati direttamente dal pubblico, hanno incontrato la stampa in una conferenza coordinata dalla direttrice dell'iniziativa, Rosetta Sannelli.
Oltre ai numerosi riconoscimenti assegnati ad una folta schiera di giovani attori italiani capaci e promettenti, è stato aggiunto un riconoscimento speciale, promosso dallo sponsor, il S.Pellegrino Movie for Human Award, assegnato a Natalie Portman per il suo assiduo impegno nelle problematiche sociali e ambientaliste.
L'affascinante attrice di origine israeliana è madrina di un progetto attivo in Africa centrale che cerca di offrire istruzione alle giovani donne in difficoltà nella Tanzania occidentale. Il premio che le sarà consegnato consiste in un assegno di 50mila dollari destinato al TACARE Girls' Scholarship Program.

Una celebrazione tutta italiana ma con un costante sguardo all'estero, il Kinéo premia inoltre il maestro della scenografia Dante Ferretti con il S. Pellegrino Star of the Year Award. Vincitore di due Oscar e titolare di sei nomination, conosciuto internazionalmente per la sua eccezionale carriera, Ferretti è stato considerato come un monito di eccellenza per l'Italia nel mondo.
"Ogni iniziativa che aiuta ad incrementare il cinema italiano è ben accolta. È per questo che siamo qui",_dichiara con entusiasmo Paolo Protti, presidente dell'Anec (Associazione Nazionale dell'Esercizio Cinematografico) ente che patrocina il premio insieme ad Agis, Biennale Cinema di Venezia e Rai Trade. "Il cinema in Italia è in crescita esponenziale, il consultivo dell'anno scorso è stato fantastico, contando un reale raddoppio delle cifre d'incasso al box-office", continua propositivo durante l'incontro con la stampa. In sala erano presenti tutti i vincitori dei premi delle varie categorie, è proprio a loro che Protti si rivolge: "È rinata una forma di divismo, simile a quello degli anni '60, nei confronti dei nuovi giovani attori italiani. Questo è un segno importante che dimostra quanto la gente sia affezionata e conosca il cinema della nuova generazione" "Crediamo nella distribuzione dei film italiani all'estero e i giovani attori sono il bello nel nostro cinema da far vedere nel mondo, gli ambasciatori del nostro paese", prosegue sulla solita linea l'Amministratore di Rai Trade Carlo Nardello. Il clima positivo è alimentato anche dall'intervento di Laura Delli Colli, presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici e della Giuria del premio: "Se il cinema va ad annate come il vino, quest'anno è particolarmente buono". _
Tra gli attori premiati presenti in sala: Elio Germano, che ha confermato i rumors di una sua partecipazione ad un film della B-Hollywood indiana, Alessandro Gassman, disinvolto e ironico, e, in elegantissimi abiti da cocktail, Vittoria Puccini, Violante Placido, Micaela Ramazzotti e Isabella Ragonese. Ospiti d'eccezione, sempre tra i vincitori, Milena Canonero, volata appositamente da Los Angeles per ritirare il premio, e Roberto Faenza: simbolicamente una trait d'union tra due generazioni di grande cinema italiano.

Premio Kinéo a Natalie Portman
Privacy Policy