Pose: Ryan Murphy lancia la sua nuova serie tv

Lo show, ambientato nella New York del 1986, analizzerà lo scontro tra classi sociali.

Dopo essersi concentrato sulle serie antologiche American Horror Story, Feud e American Crime Story, Ryan Murphy torna a una serie tradizionale.

Nel 2018 l'autore lancerà Pose, serie ambientata nel 1986 che esamina diversi ceti sociali di New York City: il lusso dell'era Trump si contrapporrà alla vita nei sobborghi della città. La serie, interpretata da un gruppo di attori non troppo famosi, entrerà in produzione a ottobre. Murphy dirigerà, come da tradizione, il primo episodio.

Leggi anche: American Horror Story 7, Ryan Murphy annuncia: "Non ci sarà Donald Trump"

Tim Minear, storico produttore di X-Files, Angel, Firefly e American Horror Story e ora impegnato nello sviluppo di Pose, ha dichiarato: "Ho lavorato con Ryan Murphy più a lungo di quanto abbia fatto con Joss Whedon e posso dire di non aver mai incontrato nessuno così ispirato e così eclettico. Ryan è una fucina di idee, ha un cervello sempre in funzione ed è uno dei produttori più talentuosi che abbia mai incontrato. Ho collaborato con tanti autori in gamba, Chris Carter, Joss e Shawn Ryan. Sono tutti talenti incredibili, ovviamente, e visionari ognuno a suo modo. Ma Ryan Murphy è uno showman."

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Pose: Ryan Murphy lancia la sua nuova serie tv
American Crime Story: il processo contro O.J. Simpson diventa una riflessione sull'America di ieri e di oggi
Feud: la seconda stagione della serie di Ryan Murphy sarà sul Principe Carlo e Diana Spencer
Privacy Policy