Nightwatching

2007, Drammatico

Peter Greenaway al cinema Arsenale di Pisa con “Nightwatching” stasera

Il regista presenterà una clip in esclusiva del suo ultimo film dedicato allo scultore "Constantin Brancusi".

Il regista, pittore e artista multimediale gallese Peter Greenaway stasera sarà ospite al cinema Arsenale di Pisa per presentare il suo film Nightwatching. Il film è stato proiettato dieci anni fa in concorso alla 64/ma Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e arriva in sala distribuito da Lo Scrittoio.

Il regista incontrerà il pubblico alle 18.30 e 21.30 e nell'occasione presenterà una clip esclusiva del film Walking to Paris, ultima opera di Greenaway attualmente in lavorazione, sullo scultore Constantin Brancusi. "Il film racconta di quando, a 26 anni - spiega Greenaway - lo scultore rumeno decise di raggiungere Parigi. Non aveva soldi: percorse a piedi 1500 chilometri da Bucarest alla capitale francese".

Leggi anche: Nightwatching, Peter Greenaway: "Io un outsider come il mio Rembrandt"

Nightwatching, con protagonista Martin Freeman, è ambientato nel 1642, quando il celebre e ricco pittore olandese Rembrandt accetta con riluttanza di dipingere la Milizia civica di Amsterdam in un ritratto conosciuto in seguito come La ronda di notte. Mentre lavora al dipinto scopre che gli ufficiali della Milizia stanno cospirando e tramando per fini di lucro. Il pittore sfida i suoi committenti con il quadro J'accuse, un vero e proprio atto di accusa su tela contro il tradimento della Milizia, ma intanto i cospiratori in segreto mettono in atto un piano per vendicarsi.

_ "Ci sono quattro concetti - ha detto Greenaway - che ruotano intorno a Rembrandt che sono stati per me sorgente per realizzare Nightwatching: denaro, sesso, cospirazione e pittura. La prima domanda è sociale, la seconda voyeuristica, la terza intellettuale e la quarta filosofica e, sebbene il pubblico generale potrebbe non vederla come tale, l'ultima domanda è la più importate. Come è stato possibile che un pittore così straordinariamente ricco e rispettato per metà della sua vita, abbia potuto morire nell'indigenza? Che cosa fa in realtà la pittura? Potremmo porci la stessa domanda per quanto riguarda il cinema. Che cosa fa in realtà il cinema?"_

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Peter Greenaway al cinema Arsenale di Pisa con...
Martin Freeman a Giffoni: "Camminerei sui vetri rotti per trovare storie nuove"
Eisenstein in Guanajuato: scandalo e bellezza per Peter Greenaway
Privacy Policy