Omaggio a David Bowie: una settimana di cinema dedicata al Duca Bianco

Il prossimo luglio, l'Italia celebra David Bowie con una settimana di iniziative ed appuntamenti speciali: al cinema torna il film "David Bowie is" e a Bologna inaugura l'unica tappa nel nostro paese della mostra evento che ha conquistato i fan di tutto il mondo.

Dal 10 gennaio 2016 il mondo non è più stato uguale a prima. La notizia della morte di David Bowie ci ha lasciati senza fiato e da subito un'ondata di lutto collettivo ha invaso la rete e gli organi di stampa, dando voce a un cordoglio globale che andava ben oltre i confini dell'arte musicale.

David Bowie, 1969

Eccentrico, provocatore, infaticabile esploratore di nuove frontiere, Bowie è stato un artista totale e ha ridefinito i confini della performance musicale e stravolto la forma della canzone. Dal Major Tom di Space oddity a Ziggy Stardust, dal Thin White Duke di Station to Station al diafano post-rocker di Heroes, dai trionfi di Let's dance e di The next day fino a Lazarus, ultimo singolo del suo straordinario testamento musicale Blackstar, Bowie (nome d'arte di David Robert Jones) in 50 anni di carriera ha abbattuto barriere e rivoluzionato la storia della musica, della moda, dell'arte, trasformando se stesso e le sue mille incarnazioni in altrettante icone dell'immaginario collettivo e della cultura di massa.

Per celebrare genio e talento di uno degli artisti più amati e sfuggenti di tutti i tempi, dall'11 al 17 luglio arriva "Omaggio a David Bowie": una settimana di iniziative ed eventi dedicati a Bowie che permetterà a tutti i fan italiani di ritrovarsi per rendere il proprio tributo al Duca Bianco.

Si parte con il ritorno al cinema dall'11 al 13 luglio (elenco delle sale a breve su www.nexodigital.it) di David Bowie Is, il documentario sulla mostra evento del Victoria & Albert Museum che rivedremo finalmente sul grande schermo. Si prosegue poi il 14 luglio, quando la mostra "David Bowie is" del V&A inaugurerà al MAMbo di Bologna la sua unica tappa italiana e l'ultima tappa europea. Intanto sui social prende il via l'iniziativa #OmaggioABowie che invita tutti i fan del Duca Bianco a raccontare il proprio legame con l'artista attraverso un'immagine o un testo di omaggio. I pensieri più originali saranno pubblicati e condivisi sulle pagine social ufficiali dell'evento.

David Bowie ritratto per la cover di Aladdin Sane

L'esposizione David Bowie is - che potremo visitare fino al 13 novembre 2016 nelle sale del MAMbo di Bologna - insieme al catalogo edito in Italia da Rizzoli - celebrano la prodigiosa carriera di David Bowie e la sua inesauribile capacità di reinventarsi senza mai tradire se stesso e il suo pubblico. Il percorso si articola attorno a una serie di contenuti "multimediali" che permettono al visitatore di rivivere il processo creativo di Bowie e di capire con quale cura e studio il suo lavoro fosse capace di rielaborare la lezione dei protagonisti del teatro, della danza, dell'arte figurativa del Novecento, facendo confluire nelle sue canzoni ed esibizioni correnti e tendenze di discipline confinanti - come l'arte orientale, la fantascienza, la cabala, la danza, la moda. Il ritratto che ne emerge è quello di un artista che ha condizionato l'estetica e il gusto di varie decadi del secolo scorso, anticipando visioni della società contemporanea con uno sguardo originale e indelebile, che influenza la nostra cultura visiva e pop.

"David Bowie Is" al cinema: 11-13 luglio

"David Bowie Is": la mostra a Bologna David Bowie Is, una delle mostre di maggior successo degli ultimi anni realizzata dal Victoria and Albert Museum di Londra è la prima retrospettiva dedicata alla straordinaria carriera di David Bowie. La tappa di Bologna rappresenta l'unico appuntamento italiano e l'ultima occasione per visitare la mostra in Europa. La mostra, che nella sola Londra è stata vista da oltre 300.000 visitatori, è tematicamente suddivisa in tre principali sezioni: la prima introduce il pubblico ai primi anni di vita e della carriera di David Bowie nella Londra del 1960, risalendo man mano fino al punto di svolta del singolo Space Oddity nel 1966. La seconda parte accompagna il visitatore all'interno del processo creativo di David Bowie e rivela le differenti fonti d'ispirazione che hanno dato forma alla sua musica e allo stile delle sue performance. La terza, delle stesse dimensioni delle precedenti, immerge il pubblico nello spettacolare mondo dei grandi concerti live di Bowie. In quest'ultima sezione, le presentazioni audio e video di grandi dimensioni sono accoppiate all'esposizione di diversi costumi di scena e materiali originali dell'artista. Questo format espositivo consente al visitatore di apprezzare tutta l'energia teatrale e performativa di Bowie in una modalità aperta e senza alcuna limitazione.

Per tutte le informazioni relative alle possibilità di visita, convenzioni, acquisto biglietti e alle attività collaterali alla mostra si prega di visitare il sito ufficiale: www.davidbowieis.it.

Omaggio a David Bowie: una settimana di cinema...
Warcraft: David Bowie ha visto il film prima di morire
Unbound: il teaser della serie basata sull'ultimo album di David Bowie
Privacy Policy