Niente fondi per Whoopi

La Goldberg accusa i produttori che non rischiano sul suo progetto: raccontare al cinema la storia di Hans Massaquoi, cresciuto, di pelle scura, nella Germania nazista.

L'attrice premio Oscar Whoopi Goldberg si è pubblicamente lamentata di non riuscire a concretizzare un progetto cui si interessa da anni a causa della mancanza di audacia degli studios. Nessuno sembra disposto a finanziare, infatti, il film che la Goldberg vorrebbe veder realizzato sulla basa del racconto buiografico dello scrittore tedesco di orgine africana Hans Massaquoi Destined to Witness: Growing Up Black in Nazi Germany. Massaquoi, nato nel 1923 da padre africano (un diplomatico) e madre tedesca, racconta nel suo libro di come, con il padre tormato in Liberia, si ritrovò a crescere durante l'ascesa dei nazisti al potere, un ragazzo nero che sognava di entrare a far parte della Hitlerjugend ma che si sentì rispondere che non era aperta ai "non ariani". Oggi Massaquoi è un giornalista che sa di dovere la sua sopravvivenza al fatto che i neri erano talmente pochi nella Germania del tempo da non costituire una "priorità di sterminio di massa".

La Goldberg, convinta che la sua storia sia degna di diventare un film, tenta da anni di convincere i produttori a investire, ma continua a sentirsi rispondere che "il progetto non è interessante".
Nel frattempo, la grande comédienne newyorkese è impegnata in uno spettacolo a Broadway che porta il suo nome; nel 2006 la rivedremo al cinema con It's Under My Skin e The Last Guy on Earth.

Niente fondi per Whoopi
Privacy Policy