Netflix guerra all’uso dei VPN e Proxy pirata

Con questa decisione Netflix prova a bloccare la possibilità di vedere conenuti non disponibili nel proprio paese.

Patrizio Marino

Netflix, la piattaforma di streaming on line arrivata da poco anche in Italia, ha deciso di fare guerra all'uso di proxy e VPN, usati molto spesso per consultare contenuti non disponibili nel proprio paese. Il giro di vite, se così possiamo definirlo, è stato annunciato da David Fullagar, vicepresidente del Content Delivery e di Netflix, che sul blog di Netflix ha scritto che a breve chi utilizza unblocker e proxy potrà accedere solo ai contenuti del paese di residenza.

E' bene chiarire che Netflix generalmente rende disponibili i propri contenuti originali a tutti sin dal primo momento, il problema sorge per i contenuti non originali ospitati sulla piattaforma, per i quali gli accordi presi cambiano da paese a paese. Per quando riguarda il nostro paese, bisognerà chiarire il destino di alcune serie come House of Cards, prodotte da Netflix ma acquistate da Sky, che ne detiene i diritti per l'Italia, l'uso del geoblocking forzerebbe gli abbonati italiani ad aspettare la messa in onda della serie sul canale satellitare.

Il post di Fullagar termina sostenendo che l'obiettivo di Netflix è offrire i propri contenuti a tutti e ovunque senza l'uso di proxy, ma, aggiungiamo noi, per il momento, vista la forte espansione al di fuori degli Stati Uniti, a Netflix tocca fare i conti con le varie realtà nazionali e le leggi di tutela delle licenze esistenti nei vari paesi e quindi fare la voce grossa per evitare guai legali con chi detiene i diritti di messa in onda su altre piattaforme, digitali o satellitari.

Che ne pensate di questa decisione? Scrivetecelo nei commenti in fondo alla news!

Netflix guerra all’uso dei VPN e Proxy pirata
Mommy: Xavier Dolan contro Netflix UK
Vi presentiamo Netflix: la nostra guida al servizio streaming che ha rivoluzionato la TV
Privacy Policy