Habemus Papam

2011, Drammatico

Nastri d'Argento 2011: sette candidature per Habemus Papam

Seguono a ruota le commedie Benvenuti al Sud e Nessuno mi può giudicare. Bisio e Cortellesi tra i favoriti per la miglior interpretazione.

È Habemus Papam di Nanni Moretti il film in testa alle nomination dei Nastri d'Argento 2011 ma la grande sfida tra i candidati al premio dei giornalisti cinematografici, che si concluderà sabato 25 Giugno sul palcoscenico del Teatro Antico di Taormina, è quest'anno tra le commedie. Se Habemus Papam ha sette candidature infatti, sono proprio due commedie - Benvenuti al Sud di Luca Miniero e Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno, sei nomination ciascuno - a dominare, in pole position con Habemus Papam, la top ten dei film entrati a far parte ufficialmente delle "Cinquine" 2011. Tra i più candidati anche La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo (cinque) e con quattro nomination ciascuno: Malavoglia, Una vita tranquilla, Vallanzasca - Gli angeli del male, 20 sigarette e le due commedie di Paolo Genovese Immaturi e La banda dei Babbi Natale.

Paola Cortellesi in un'immagine del film Nessuno mi può giudicare
Marco Bellocchio (Sorelle mai), Saverio Costanzo (La solitudine dei numeri primi), Claudio Cupellini (Una vita tranquilla), Nanni Moretti (Habemus Papam) e Pasquale Scimeca (Malavoglia) sono i cinque candidati per il Nastro destinato al Regista del miglior film. Ricca anche la selezione delle opere prime: accanto a Aureliano Amadei (20 sigarette), Massimiliano Bruno (Nessuno mi può giudicare), Ascanio Celestini (La pecora nera) e Edoardo Leo (18 anni dopo), tra i cinque candidati nella categoria Miglior regista esordiente, sulla scia del debutto a Cannes, entra Alice Rohrwacher con Corpo celeste.

Claudio Bisio e Angela Finocchiaro, marito e moglie per il film Benvenuti al Sud (2009)
Grandi e piccoli in competizione nella "cinquina" dei produttori, categoria in cui, accanto a Medusa e Cattleya (Benvenuti al Sud) e Pietro Valsecchi (Che bella giornata) si sfidano Nanni Moretti - Domenico Procacci per la produzione di Habemus Papam, il trio Corsi-Romoli-Bonivento (20 sigarette) e Fabrizio Mosca (Una vita tranquilla - Into Paradiso). Attrici e attori: Paola Cortellesi, Angela Finocchiaro e Donatella Finocchiaro, Isabella Ragonese e Alba Rohrwacher per le protagoniste, la coppia Claudio Bisio-Alessandro Siani, Raoul Bova, Kim Rossi Stuart, Toni Servillo ed Emilio Solfrizzi i cinque protagonisti.
Nella "cinquina" delle non protagoniste: Carolina Crescentini, Anna Foglietta, Marta Gastini, Valentina Lodovini e, in coppia, due attrici di Corpo celeste: Anita Caprioli e la non professionista Pasqualina Scuncia.

Toni Servillo con Juliane Kohler in una scena del film Una vita tranquilla
E come di consueto, dai giornalisti cinematografici una particolare attenzione al grande cinema (Noi credevamo di Mario Martone Nastro dell'anno) e al cinema indipendente di qualità, alla produzione d'autore e ancora una volta alla commedia con una provocatoria "dilatazione" della "cinquina" speciale, ormai diventata una categoria a sé, con un riconoscimento che, andando al film, premia il suo autore, i produttori ed anche il cast. E che quest'anno eccezionalmente - per dirla con una battuta cinematografica - si presenta alle cinquine con una vera e propria "sporca dozzina" di proposte: dai film che hanno clamorosamente conquistato il pubblico, al top degli incassi, alle commedie più piccole, interessanti anche se decisamente più "di nicchia", vedi il caso, ad esempio, di Gianni e le donne, Senza arte né parte, Qualunquemente.
Di seguito tutte le cinquine.

Nastri 2011: lista nomination


Nastri d'Argento 2011: sette candidature per...

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy