Mulan: Ang Lee rifiuta di dirigere il remake Disney

Il regista avrebbe rinunciato al lavoro senza dare spiegazioni. Il suo prossimo progetto potrebbe raccontare l'incontro di pugilato tra Alì e Frazier di Manila.

Nella sua corsa ai remake live action, Disney ha ora messo in cantiere una versione in carne e ossa dell'hit del 1998 Mulan. Il remake, atteso sul grande schermo nel 2018, per il momento è privo di regista. Lo studio aveva messo gli occhi sul premio Oscar Ang Lee, ma di fronte alla generosa offerta il cineasta taiwanese ha declinato.

Disney avrebbe in mente di affidare il remake a un regista asiatico, ingaggiando un cast in gran parte asiatico, ma Ang Lee ha rifiutato senza fornire motivazioni ufficiali.

Leggi anche: Le principesse Disney, eroine da favola alla ricerca dell'emancipazione

L'antica leggenda di Hua Mulan, guerriera del V secolo che si travestì da uomo per combattere nell'esercito del padre, ha dato vita a numerosi adattamenti. Oltre a Disney, al momento anche Sony starebbe progettando una propria versione della storia live action che dovrebbe arrivare al cinema dopo la pellicola della compagnia rivale.

Al momento Ang Lee è impegnato nell'attività promozionale del suo nuovo lavoro, il war drama Billy Lynn's Long Halftime Walk, in uscita nelle sale americane l'11 novembre. In più il regista starebbe sviluppando una pellicola basata sul celebre incontro di pugilato tra Muhammad Ali e Joe Frazier tenutosi a Manila nel 1975.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Mulan: Ang Lee rifiuta di dirigere il remake...
Le principesse Disney, eroine da favola alla ricerca dell'emancipazione
Perché lo avete (ri)fatto? – I 15 peggiori remake della storia del cinema
Privacy Policy