Millennium: Alicia Vikander sarà la nuova Lisbeth Salander?

Il sequel di Uomini che odiano le donne verrà realizzato senza David Fincher, Daniel Craig né Rooney Mara.

Nel 2011 la tiepida accoglienza rivolta a Millennium - Uomini che odiano le donne non ha invogliato Sony a puntare sul franchise ispirato ai romanzi della trilogia Millennium, così dopo qualche tentennamento il progetto del sequel è finito nel limbo. Adesso lo studio sembra interessato a mettere finalmente in produzione l'adattamento del secondo romanzo, The Girl Who Played with Fire, ma senza il regista David Fincher né le star Daniel Craig e Rooney Mara.

Per quanto riguarda il personaggio di Lisbeth Salander, figura centrale della trilogia, in testa alle preferenze della Sony ci sarebbe la svedese Alicia Vikander.

In questa fase preliminare, quelle a cui facciamo cenno sono speculazioni e non vi sono certezze di nessun tipo, ma il regista inglese Steven Knight avrebbe stretto un accordo con Sony per adattare The Girl In The Spider's Web, quarto romanzo della saga Millennium scritto da David Lagercrantz, autore ingaggiato dagli eredi di Stieg Larsson per proseguire la saga. Vedremo se Sony riuscirà a convincere l'indaffaratissima Alicia Vikander a firmare un contratto stringente che la porti a impersonare Lisbeth Salander nei vari sequel previsti.

Millennium: Alicia Vikander sarà la nuova Lisbeth...
La Sony di nuovo al lavoro sul sequel di Uomini che odiano le donne?
Roma verrà distrutta all'alba del 23 aprile
Privacy Policy