Miley Cyrus sempre più bad girl

Messo da parte il volto angelico della dolce Hannah Montana e indossate le vesti di una vera bad girl, Miley Cyrus continua la sua trasformazione da brava ragazza a icona trasgressiva

L'ex star di Hannah Montana torna ancora a far parlare di sé sulla scia della svolta sexy e aggressiva che ha intrapreso da un po' di tempo a questa parte. Che la diciassettenne Miley avesse deciso di cambiare vita, concluso il contratto con la Disney, lo sospettavamo tutti, ma che intendesse farlo in maniera così drastica e repentina, in effetti non se lo aspettava nessuno.
Finita sulle prime pagine di blog, siti di gossip e tabloid per la foto upskirt scattata dal blogger Perez Hilton, che la ritraeva senza biancheria intima in procinto di scendere dall'auto, l'attrice ha suscitato nuovamente scalpore per il look sfrontato e trasgressivo con cui ha presentato l'ultima edizione dei Much Music Video Awards di Toronto lo scorso 20 giugno, mostrandosi al pubblico con costumi succinti che hanno lasciato davvero poco spazio all'immaginazione.

Madrina della serata, nonché presentatrice dello show, la Cyrus si è esibita dapprima con un body bianco estremamente ridotto sulle note di Can't be Tamed (decisamente non puoi essere addomesticata, Miley, hai ragione), e successivamente su Party in the USA, in shorts neri di pelle con cinturino argentato, abbinati a un top di rete piuttosto trasparente, che fa intravedere vistosamente il reggiseno nero e lascia fianchi e vita scoperti.
Il brano le ha permesso di aggiudicarsi il premio Best Video, spodestando icone pop trasgressive come Lady Gaga, Katy Perry, Rihanna ed Eminem, solo per citarne alcune.
La strada intrapresa sembra la stessa che imboccò Britney Spears dopo il successo planetario di Baby One More Time, quando, da lolita del pop, si trasformò nella donna ribelle e provocatoria che è oggi, un'immagine che le ha causato non pochi problemi. Riuscirà Miley a tornare sulla retta via o il suo destino sarà lo stesso della sua collega?

Miley Cyrus sempre più bad girl
Privacy Policy