Michel Hazanavicius, Bérénice Bejo e i Garrel a France Odeon 2015

Il festival del cinema francese apre la 50 Giorni 2015 che ospiterà 11 anteprime nazionali e un'anteprima mondiale. Ferragamo Parfums consegnerà a Bérénice Bejo il Premio l'Essenza del talento.

Trent'anni di cinema francese a Firenze: questo è il traguardo raggiunto dalla VII edizione di France Odeon, il festival diretto da Francesco Ranieri Martinotti che ha preso il testimone di France Cinéma.

In the Shadow of Women: Stanislas Merhar e Clotilde Courau nel dramma di Philippe Garrel

L'inaugurazione di France Odeon, il primo festival dell'edizione 2015 della 50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze sarà giovedì 29 ottobre, alle ore 19, e vedrà sul palco dell'Odeon il regista Premio Oscar Michel Hazanavicius e l'attrice Bérénice Bejo (premio a Cannes 2013). A quest'ultima sarà consegnato il Premio l'Essenza del talento, creato in collaborazione con Ferragamo Parfums, che per il terzo anno assegna questo riconoscimento. Bérénice Bejo è stata scelta come "artista che meglio rappresenta il legame tra cinema francese e italiano": l'attrice ha infatti appena finito di girare l'ultimo film di Marco Bellocchio, Fai bei sogni.

L'inaugurazione sarà accompagnata dalla musica: i sassofoni dell'ensemble Eòs Saxophone Project - nato in seno alla Scuola di Musica di Fiesole e diretto da Alda Dalle Lucche - si esibiranno dal vivo. A seguire il film d'apertura The Sweet Escape (29 ottobre, ore 19), di Bruno Podalydès - presente alla serata.

Fatima: un'immagine del film di Philippe Faucon

La selezione di France Odeon 2015, in cartellone alla 50 Giorni fino al 1° novembre, come sempre, vuole creare un giusto equilibrio tra la tradizione del cinema d'autore francese e le nuove energie che gli danno forza, rinnovandolo. Nel programma figurano l'ultimo film di Philippe Garrel (In the Shadow of Women, con Clotilde Courau - presente in sala il 1 novembre, ore 19.30) e l'opera prima del figlio, Louis Garrel (del quale sarà presentata l'opera prima Les Deux Amis, interpretato dalla sensuale Golshifteh Farahani e Vincent Macaigne, accanto allo stesso regista - 30 ottobre, ore 20). "Garrel padre" e "Garrel figlio" saranno entrambi ospiti del festival insieme alla sceneggiatrice Caroline Deruas Garrel.

Mon roi: Vincent Cassel con Emmanuelle Bercot in una scena del film con la regista Maïwenn in una foto dal set

Il programma è arricchito dal poetico documentario del maestro Alain Cavalier sul cavallo di Bartabas (Le Caravage - 1 novembre, ore 18) e dall'attualissima opera di Faucon sul tema dell'integrazione (Fatima - 30 ottobre, ore 18.15). Anche i generi sono ben rappresentati nella settima edizione di France Odeon, con la commedia Nos femmes, interpretata da Daniel Auteuil e Richard Berry (1 novembre, ore 16) e il polar Mea Culpa, con Vincent Lindon e Nadine Labaki (31 ottobre, ore 16). Vincent Cassel è protagonista insieme a Emmanuelle Bercot (che per questo film ha vinto il premio femminile a Cannes) di Mon roi, di Maïwenn, storia d'amore travolgente che sarà presto nella sale italiane distribuita da Videa (31 ottobre, ore 22.30).

Les Deux Amis: Golshifteh Farahani con Vincent Macaigne e Louis Garrel in una scena del film

In anteprima mondiale La vie très privée de Monsieur Sim, di Michel Leclerc (31 ottobre, ore 18), scritto con Baya Kasmi. I due autori hanno deciso di offrire a France Odeon questa opportunità per il legame con la città di Firenze dove il film è stato pensato e scritto. Completano la selezione Maryland, di Alice Winocour, talentuosa sceneggiatrice al suo secondo lungometraggio (29 ottobre, ore 21.30), la nichilista storia di razzismo e "dis-integrazione" Je ne suis pas un salaud, di Emanuel Finkiel (30 ottobre, ore 22.20) e My Golden Years, di Arnaud Desplechin, il più applaudito dei film francesi a Cannes (31 ottobre, ore 20.15).

Michel Hazanavicius, Bérénice Bejo e i Garrel a...
Berenice Bejo in "Fai bei sogni" di Marco Bellocchio
Berenice Bejo e Michel Hazanavicius a Cannes con The Search
Privacy Policy