Micheal Moore verso la Croisette

Il nuovo documentario di Michael Moore, intitolato Fahrenheit 911, potrebbe approdare al festival di Cannes, con un'anteprima che è già pronta a scatenare polemiche.

Patrizio Marino

Fahrenheit 911 è il nuovo esplosivo documentario del regista Michael Moore, vincitore dell'Oscar nel 2003 con Bowling a Columbine. Ancora una volta il regista americano prende di mira lo "Stupid White Man", ovvero il presidente americano Bush, che così fu definito da Michael Moore proprio durante la serata degli Oscar che lo vide vincitore nella categoria miglior documentario.

Come ha rivelato lo stesso regista, Fahrenheit 911 contiene nuove rivelazioni sugli attentati dell'11 settembre e sullo storico legame tra la famiglia di George W. Bush e Osam Bin Laden, e sul modo in cui il presidente Usa avrebbe strumentalizzato la tragedia, a livello internazionale, per i propri interessi.
Fahrenheit 911, come ha assicurato Michael Moore sarà pronto per il festival di Cannes che inizierà il 12 maggio e parteciperà alle selezioni.

Il festival di Cannes sarebbe senz'altro un'ottima cassa di risonanza per il regista e per la sua battaglia contro la rielezione di Bush il prossimo novembre. Ma Michael Moore ha respinto l'idea di una premeditazione politica dichiarando che lo scopo della produzione è sempre stato quello di finire il film per la primavera 2004.

Micheal Moore verso la Croisette
Privacy Policy