Michael Jackson: le star rendono omaggio al Re del Pop

Tra ipocrisie e commozione, attori, cantanti e altre celebrità dello showbiz americano, ricordano il Re del Pop, a poche ore dalla sua prematura e improvvisa scomparsa. Tra questi, Madonna, Quincy Jones, Justin Timberlake, Beyoncé, Jamie Foxx e altri. Nessuna parola da Liz Taylor, devastata dalla scomparsa di uno dei suoi migliori amici.

A poche ore dalla scomparsa di Michael Jackson, mentre il mondo intero sembra non essersi ancora reso pienamente conto che il Re del Pop ha definitivamente e tragicamente abbandonato la scena, arrivano i primi commenti da parte dei suoi colleghi come Beyoncé Knowles, Madonna e Justin Timberlake, ma anche di altre importanti personalità dello showbiz americano, come il produttore Quincy Jones, Liza Minnelli e Jamie Foxx, che hanno voluto rendere omaggio al cantante tra commozione sincera e qualche inevitabile ipocrisia, soprattutto da parte di chi non aveva esitato a gettare fango su di lui in occasione delle recenti traversie giudiziarie.

Il produttore Quincy Jones, che aveva collaborato con Jackson per i primi album come Off the Wall, il vendutissimo Thriller e Bad, ha attribuito il successo della sua musica al talento indiscutibile del Re del Pop, ma anche "alla sua professionalità e alla sua dedizione al lavoro. Era un performer consumato, e continueremo a sentire il suo contributo alla musica ancora per molto tempo". Dal punto di vista umano inoltre, Jones ha aggiunto che sente di aver perso un fratello e che parte della sua anima è andata via con lui, per sempre. Gli ha fatto eco il critico musicale Paul Gambaccini - anche lui convintissimo che lo spirito di Jackson sarà presente ancora molto a lungo nella scena pop attuale - e prevede che l'impatto della sua scomparsa sarà davvero notevole: "Michael era davvero una delle ultime grandi popstar, come Elvis Presley, i Beatles e Frank Sinatra. Era il più grande showman che abbia mai visto, e resterà nella storia come il migliore".

Più sentito e meno "critico" il commento di Beyoncè, che si è detta particolarmente dispiaciuta, come il suo collega Justin Timberlake. Anche per la splendida cantante di colore Jackson "ha influito in maniera notevole sulla scena musicale, più di ogni altro artista nella storia della musica. Era semplicemente magico. Michael era quello che noi tutti vorremmo essere. Sono felice di far parte di una generazione che ha avuto la possibilità straordinaria di vivere, vedere e sentire il suo modo di fare musica e la sua magia. Ti voglio bene Michael".
Timberlake invece ha aggiunto che da oggi "abbiamo perso un genio e un vero ambasciatore di tutta la musica, non solo del pop. Ha ispirato tante generazioni di artisti, e ricorderò sempre con affetto il momento in cui abbiamo condiviso il palcoscenico, tutte le cose che ho imparato da lui e il tempo passato insieme. Il mio pensiero va alla sua famiglia e ai suoi cari"

Michael Jackson con Liza Minnelli
Molte parole d'affetto sono arrivate anche da star come Liza Minnelli e Brooke Shields, unanimi nel definire Jackson "un uomo meraviglioso, sensibile e unico" oltre che "il più grande entertainer che sia mai vissuto" - come ha precisato la cantante e attrice - "Gli ho voluto bene, e mi mancherà per tutto il resto della mia vita". Chi invece non ce l'ha fatta a rilasciare un commento sulla morte del cantante è una delle sue più grandi amiche, Elizabeth Taylor, che tra regali sontuosi e bizzarri ha condiviso con il leggendario divo del pop una straordinaria amicizia che durava da anni. La diva dagli occhi viola - stando a quanto affermato da un suo portavoce - si è detta talmente devastata dalla morte di Jackson da non sentirsi in grado, almeno per il momento, di rilasciare dichiarazioni.
Altre dichiarazioni, forse dal sapore più formale, sono arrivate dalla ex-moglie del cantante, Lisa Marie Presley e sua madre Priscilla: "Sono davvero scioccata, come immagino debbano esserlo tutti. E' una perdita davvero tragica e i miei pensieri vanno alla sua famiglia in questo momento così difficile." Le ha fatto eco Lisa Marie - che Jackson aveva sposato nei primi anni '90, in seguito al primo scandalo per pedofilia - aggiungendo di essere "molto rattristata e confusa, in modo particolare per i suoi figli, che per lui erano tutto, e per la sua famiglia. Non ci sono parole per commentare una perdita così grande, sotto molti punti di vista".

Michael Jackson tra Madonna e il produttore David Geffen
Altre parole d'affetto e una rivelazione inaspettata, arrivano da Madonna, che con Michael Jackson aveva condiviso senza rivalità il Regno del Pop, negli anni '80. La cantante, stando a quanto rivelato dal suo manager Guy Oseary, avrebbe dovuto fare un'apparizione a sorpresa durante uno dei concerti del tour di Jackson, a luglio, che sarebbe decollato in coincidenza con la ripresa del suo Sticky and Sweet Tour, che farà tappa anche a Milano e Udine, tra pochi giorni. "Non riesco a smettere di piangere" - ha detto Madonna - "Ho sempre ammirato Michael. Il mondo ha perso una grande personalità, ma la sua musica vivrà per sempre!"
Un'occasione sfumata quindi, di vedere sullo stesso palcoscenico due grandi star della musica pop, che avrebbero dovuto realizzare un duetto già diversi anni fa, ma il progetto non andò in porto.

Michael Jackson sul palco
Non solo i colleghi della musica hanno espresso il loro dispiacere per la morte di Michael Jackson, ma le star del mondo del cinema, come Jamie Foxx, che ha ricordato di quando nel 1983, era tra gli spettatori del suo Victory Tour, e insieme a lui c'erano altre persone "che svenivano, anche uomini adulti, non solo donne" tale era l'energia delle performance del cantante. "Non riusciremo mai a quantificare quanto abbia contribuito alla musica e alla cultura. Diamo per scontati personaggi come lui, che ha vissuto ogni giorno della sua vita per regalarci grande musica".
Non sono mancate tuttavia le affermazioni palesemente ipocrite, come quella dell'attore Corey Feldman, che qualcuno ricorderà in alcuni cult degli anni '80, come I Goonies, e Ragazzi perduti. Feldman, che recentemente è apparso in un sequel del vampire movie di Joel Schumacher, si è detto devastato dal fatto di non aver avuto la possibilità di riappacificarsi con Michael Jackson dopo che i due avevano interrotto bruscamente la loro lunga amicizia. In realtà, va detto che Feldman - dopo aver frequentato a lungo il cantante - era stato tra i testimoni del recente processo di pedofilia che aveva visto Jackson al banco degli imputati, ma anche se non aveva rivelato di aver subito molestie, quando era ancora un ragazzino, aveva affermato che il cantante lo aveva danneggiato semplicemente con la sua decisione di smettere di frequentarlo.
"Avremmo dovuto vederci al compleanno di Latoya, tre settimane fa" - ha affermato Feldman - "Ma Michael non si è fatto vedere, così non abbiamo avuto modo di chiarire. Inutile dire che provo infinita tristezza e rimorso, e preferisco ricordare i momenti felici che abbiamo condiviso. Nessuno sarà in grado di fare quello che ha fatto Michael Jackson nel mondo dello spettacolo"

Nel frattempo, a poche ore dalla scomparsa del cantante, si parla inevitabilmente delle cause della sua morte, ed è stata già annunciata un'autopsia per fare chiarezza sull'accaduto. Per rispetto nei confronti della famiglia del cantante, i produttori di Brüno - il mockumentary che vede protagonista Sacha Baron Cohen nei panni del reporter gay austriaco - hanno annunciato che taglieranno dal film una scena in cui l'attore si prende gioco di Latoya Jackson.

Michael Jackson: le star rendono omaggio al Re...
Privacy Policy