Mark Ruffalo difende Matt Bomer da critiche su ruolo trans in Anything

Mark Ruffalo ha difeso l'amico e collega dopo che la comunità trans ha criticato la scelta di affidare il ruolo di un trans ad un attore che non lo è.

Pochi giorni fa Mark Ruffalo ha annunciato con entusiasmo la sua partecipazione, come produttore, ad Anything, un film che vedrà tra i protagonisti Matt Bomer, con il quale aveva già lavorato in The Normal Heart. Nel film, Bomer interpreterà una transessuale, ma la comunità trans americana non ha preso molto bene la notizia, e ha criticato apertamente la scelta di scritturare - ancora una volta - un attore maschio per un ruolo che secondo loro dovrebbe essere affidato ad un'attrice transessuale. Le transessuali hanno portato i recenti esempi di film come The Danish Girl, Dallas Buyers Club e Transparent, tutti film e serie TV in cui per il ruolo della protagonista, sono stati scelti leading man come Eddie Redmayne, Jared Leto e Jeffrey Tambor, e non una leading lady transessuale come lo è Laverne Cox per Orange Is the New Black, per intenderci.

La risposta di Ruffalo non si è fatta attendere: "Vi ascolto" - ha detto alla comunità trans, su Twitter - "E' straziante vedervi così dispiaciute, ma sono felice che ci stiamo confrontando. Credo sia il momento opportuno per farlo." "In tutta sincerità" - ha proseguito Ruffalo - "ho scelto Matt per l'esperienza che ho avuto con lui in The Normal Heart" e a chi gli suggeriva un recasting immediato, ha replicato che il film è stato già girato e "Matt ha messo il cuore e l'anima in questo ruolo. Per favore, mostrate un po' di compassione, stiamo tutti imparando"

Che ne pensate, la richiesta della comunità trans è giusta? Fateci sapere che ne pensate nei commenti in fondo a questa news.

Mark Ruffalo difende Matt Bomer da critiche su...
Ciak, si cambia sesso: il cinema en travesti
Charlize Theron "veste suo figlio come Elsa di Frozen": è bufera
Privacy Policy