Mad Max: Fury Road

2015, Fantascienza

Mad Max: Fury Road - La versione di Leo Ortolani

Il simpatico vignettista ci spiega come George Miller è riuscito a tirar fuori un capolavoro action così riuscito.

Mad Max: Fury Road ha conquistato proprio tutti. Critica entusiasta, pubblico in delirio, un passaggio trionfale a Cannes. A decenni di distanza dall'originale trilogia con Mel Gibson, il regista George Miller ha sfoderato una pellicola visivamente potente ottimamente interpretata da un cast nuovo di zecca.

Dopo Gibson, il testimone è passato nelle mani di Tom Hardy, che interpreta il nuovo Max, ma l'idea geniale del regista australiano è stata quella di virare il franchise al femminile affiancando ad Hardy una coprotagonista di livello il cui nome è già un programma: Imperatrice Furiosa. A interpretarla è la splendida Charlize Theron.

In questo entusiasmo generale anche il simpatico Leo Ortolani ha voluto dire la sua spiegando come George Miller è riuscito a svecchiare il franchise così brillantemente. Per scoprire il segreto del regista veterano potete leggere il blog di Leo Ortolani.

Mad Max: Fury Road - La versione di Leo Ortolani
Mad Max: Fury Road e la riuscitissima e spettacolare fuga dai blockbuster tradizionali
Mad Max: Fury Road: i 5 elementi più sorprendenti
Privacy Policy