Lost

2004 - 2010

Lost: per Carlton Cuse il reboot è inevitabile

Per il creatore della serie si avvicina il momento in cui qualcuno tornerà a rimaneggiare il franchise in una nuova versione.

Secondo lo showrunner di Lost Carlton Cuse, il ritorno della serie tv è "inevitabile". A dieci anni dalla fine della serie di culto che, tra alti e bassi, ha infiammato gli ascolti su ABC, Cuse paragona lo show alle Cronache di Narnia e sottolinea come, secondo lui, prima o poi Disney/ABC tornerà a riprorre la gallina dalle uova d'oro.

Terry O'Quinn in una scena dell'episodio 2x01 di Lost

"Disney possiede il franchise che gli ha fatto fare un sacco di soldi" spiega il produttore. "E' difficile pensare che rinunceranno a nuovi incassi lasciandolo a riposo per sempre. Damon Lindelof e io abbiamo raccontato la nostra storia in quel modo e credo che qualun altro prima o poi farà lo stesso. Speriamo che tragga ispirazione dal sentiero che abbiamo tracciato per raccontare la propria storia. E' come per le Cronache di Narnia. Ci sono i libri scritti da C.S. Lewis, ma tutti visitano Narnia in tempi e modi diversi. Qualcuno prima o poi racconterà un'altra versione di Lost. Credo che sia inevitabile. Non so se funzionerà, ma non riesco a immaginare come il franchise possa non avere seguito."

Leggi anche gli altri articoli del nostro Speciale Lost - 10 anni dopo:
Lost: 10 anni dopo, nessuna serie è come lei
Lost: i 10 migliori episodi della serie
Lost: i personaggi che hanno fatto la serie
Il ruolo essenziale delle musiche di Giacchino

Lost: per Carlton Cuse il reboot è inevitabile
Privacy Policy