L'ombra dello scorpione: rinviato il film tratto dal romanzo di King?

L'adattamento cinematografico da tempo auspicato è stato accantonato, almeno per il momento. Josh Boone però si dedicherà ad un altro adattamento di un romanzo di Stephen King.

Angelica Vianello

Era un progetto che si trascinava da anni, con i nomi di diversi possibili registi di volta in volta collegati, da Ben Affleck a David Yates a Scott Cooper. Le cose sembravano aver preso una buona piega con Josh Boone (Colpa delle stelle) in veste di sceneggiatore e regista, ma questo mese c'è stato un altro intoppo: i diritti detenuti dalla Warner sul libro sono scaduti, e lo studio ha poco tempo per decidere se finanziare il progetto o passarlo alla concorrenza. Intanto Boone s'è dedicato alla stesura di un altro adattamento da un libro di Stephen King, Revival, già pronto ai blocchi di partenza, e si occuperà di quello mentre la sorte di The Stand viene definita.

Leggi anche: Stephen King: i 10 migliori film tratti dai suoi romanzi

A fornire qualche dettaglio in più è stato il produttore Roy Lee, in un'intervista a Collider. "Per ora stiamo tenendo tutto in stallo per capire quale sia la mossa migliore, abbiamo pensato di dividerlo in più film, farne un solo lungometraggio, farne due. Josh Boone era molto ansioso di realizzarlo dopo aver scritto l'ultima bozza, ma ora farà Revival, quindi stiamo aspettando".

Era stata considerata anche l'ipotesi di un adattamento per la televisione, 8 episodi che sarebbero stati prodromici per un film finale, ma "la logistica era difficile, l'idea di fare un lancio in contemporanea mondiale in tempo per il film, quando la parte in tv non sarebbe uscita allo stesso momento in tutto il mondo".Idea abbandonata, dunque.

E se invece fosse prodotto solo per la tv? È stata contemplata la HBO e anche Netflix, ma pare che King ritenga che la miniserie fatta in precedenza sia già una buona interpretazione del romanzo. Molti problemi poi derivano dalla lunghezza del libro stesso, che meriterebbe molti minuti sullo schermo; infatti Boone aveva pensato ad una serie di 4 film. Lee rivela che però si è cercato di immaginare come comprimere il materiale in un solo lungometraggio: "certamente bisogna sacrificare molto del romanzo, e trovare il giusto equilibrio tra ciò che è da usare e ciò che è da eliminare richiede molto tempo. Ecco perché c'è voluto tanto. In questo momento è diviso in due film".

Insomma la produzione sembra non avere le idee molto chiare, se non sul fatto che preferirebbero se ne occupasse Boone, ma perché questo sia possibile, è necessario attendere che il regista compia il suo dovere prima con Revival...il che significa che un'eventuale produzione di The Stand non inizierebbe prima del 2017.

Tornando a Stephen King, l'ultimo adattamento di un romanzo dello scrittore è il dramma 22.11.63, interpretato da James Franco.

L'ombra dello scorpione: rinviato il film tratto...
The Stand di Stephen King al cinema: immaginiamo il cast dei sogni
Da It a Il Silmarillion: 15 grandi best-seller che potremmo ritrovare al cinema e in TV
Privacy Policy