Lionsgate racconta l'attentato alla Maratona di Boston

Attraverso il memoir di Jeff Bauman, che si trovava sulla linea del traguardo quando la prima bomba è esplosa, verrà raccontato il terribile attacco terroristico e la caccia all'uomo che ne seguì.

Lionsgate sta pianificando di portare al cinema Stronger, la vera storia di Jeff Bauman, uno dei sopravvissuti all'attacco terroristico durante la Maratona di Boston del 2013. Nonostante abbia perso entrambe le gambe nell'esplosione delle bombe, Bauman ha collaborato alle indagini sull'attentato e alla caccia ai terroristi. Il libro autobiografico Stronger, co-firmato con Bret Whitter, sarà la fonte primaria per la sceneggiatura che verrà scritta dall'esordiente John Pollono.

In Stronger Jeff Bauman racconta il suo risveglio, il 16 aprile 2013, quando scopre di non avere più le gambe. Solo poche ore prima Jeff si trovata sulla linea del traguardo della Maratona di Boston. La prima bomba è esplosa ai suoi piedi mentre aspettava che la fidanzata tagliasse il traguardo. Giorni dopo, quando si è risvegliato dopo un'operazione durata parecchie ore, Jeff si è tolto il tubo dell'ossigeno e ha cercato di parlare, ma non poteva. Ha chiesto carta e penna e ha scritto poche parole. "Ho visto il ragazzo. Guardava verso di me". La sua testimonianza ha dato il via a una caccia all'uomo in tutto il paese che ha portato alla localizzazione dei due colpevoli.
David Hoberman, Todd Lieberman e Scott Silver produrranno il film con Mandeville Films.

Lionsgate racconta l'attentato alla Maratona di...
Privacy Policy