Le passioni degli italiani diventano cortometraggi

Dal 6 luglio al cinema e su www.talentiincorto.it i tre cortometraggi vincitori di Talenti in corto terza edizione, il concorso ideato da Gratta e Vinci e Premio Solinas per promuovere il talento cinematografico in Italia. I giovani autori hanno diretto un cast d'eccezione: Ninni Bruschetta, Luca Di Giovanni, Ana Caterina Morariu, Silvio Orlando, Niccolò Senni, Alessandro Tiberi, Sacha Zacharias e Roberto Zibetti.

La tenacia di una ciocca di capelli versione ninja. La passione di una ragazzina e l'introduzione delle "quote rosa" nel mondo del calcio. La storia d'amore tecnologica tra un giovane e una bellissima androide. Sono metafore del XXI secolo, cariche di ironia e portatrici sane di emozioni. Sono le storie vincitrici di Talenti in corto 2012, il concorso di Gratta e Vinci e Premio Solinas pensato per offrire l'opportunità di esordire ai giovani sceneggiatori e registi italiani, giunto quest'anno alla sua terza edizione. Dal 6 luglio le tre commedie da 5 minuti - Il ritorno di haircut di Nicolò Lombardi, Un vero portiere di Lisa Riccardi, Zinì e Amì di Pierluca Di Pasquale - saranno proiettate, grazie alla collaborazione con le associazioni degli esercenti ANEC e ANEM, su 175 schermi in 138 sale cinematografiche in tutta Italia, mentre sul sito www.talentiincorto.it sarà possibile votare fino al 3 settembre per eleggere il "talento in corto" più amato dal pubblico.

"Quest'anno il fil rouge delle tre storie è l'opportunità, la capacità di coglierla al volo,la tenacia nel perseguirla o di vedersela sfuggire per un soffio: un tema sentito da tutti nel contesto attuale", commenta Giancarlo Perrotta. "Ed è la stessa opportunità che Talenti in corto offre a sceneggiatori e registi emergenti, che devono dimostrare non solo di avere talento, ma anche la capacità e la voglia di mettersi in gioco. In questo modo il progetto diventa anche testimonianza di come sia possibile investire in "creatività" e promuovere il futuro dei giovani. In questo caso, attraverso Gratta e Vinci, la fortuna premia il talento". "Ringrazio Gratta e Vinci per aver voluto fortemente questo progetto, offrendo ai nostri talenti un'opportunità unica. I tanti riconoscimenti ottenuti dai nostri cortometraggi nei festival di settore, il passaparola spontaneo che si è creato sul web e soprattutto l'entusiasmo dei giovani autori: questa terza edizione è la conferma che Talenti in Corto può essere considerato una scommessa riuscita, un progetto unico nel panorama cinematografico italiano, pensato per aiutare concretamente i giovani talenti di oggi a emergere e a diventare così gli sceneggiatori e i registi affermati di domani" aggiunge Annamaria Granatello, direttore artistico di Premio Solinas. "Ringrazio ANEC e ANEM che insieme a Gratta e Vinci permettono la proiezione dei corti vincitori sul grande schermo, per una volta anche al di fuori dei festival di settore e la giuria e i tutor di Talenti in Corto che con generosità e professionalità seguono lo sviluppo dei progetti e ne garantiscono la qualità".

Alla terza edizione di Talenti in Corto hanno partecipato 228 progetti: i tre cortometraggi vincitori sono stati seguiti dai giurati e da professionisti del cinema in tutte le fasi di realizzazione, in una vera bottega creativa. Dalla sceneggiatura alla produzione, Talenti in Corto è un'esperienza di interazione creativa molto intensa, un confronto che richiede agli autori disponibilità a mettersi in gioco per raggiungere l'obiettivo perseguito con entusiasmo e generosità grazie all'aiuto di tutta la squadra creativa.

Il ritorno di haircut di Nicolò Lombardi. È la storia della lacerante separazione tra Leo - l'attore Niccolò Senni - e una ciocca di capelli particolarmente ribelle - Haircut - che non si dà per vinta e decide di intraprendere una nuova vita.

Un vero portiere di Lisa Riccardi. La prima autrice donna a vincere Talenti in Corto racconta la storia di una undicenne caparbia, innamorata del calcio e del portiere colombiano Renè Higuita, pronta a tutto pur di far ricredere il suo allenatore Ninni Bruschetta.

Zinì e Amì di Pierluca Di Pasquale. È la storia d'amore tecnologica tra un ragazzo - Alessandro Tiberi - e una bellissima androide - Sacha Zacharias - programmata per essere la sua anima gemella. Quando il robot andrà in tilt, solo il giocattolaio - l'attore Silvio Orlando - saprà consigliare a Zinì come riparare il guasto.

Per votare il cortometraggio preferito è sufficiente andare su www.talentiincorto.it e partecipare al concorso "Hai Occhio per il Talento 3". In palio tantissimi buoni cinema e, con l'estrazione finale, una fantastica reflex digitale. Talenti in Corto, giunto quest'anno alla sua terza edizione, è un progetto ideato da Gratta e Vinci e Premio Solinas per scoprire nuovi talenti e sostenere la qualità nel settore cinematografico italiano.

Le passioni degli italiani diventano cortometraggi

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy