Zero Dark Thirty

2012, Azione

La National Board of Review incorona Operazione Zero Dark Thirty

La prestigiosa accociazione di critici fa partire con il piede giusto l'awards season per il film di Kathryn Bigelow. Resta indietro Spielberg, e fuori P.T. Anderson, Wes Anderson e Ang Lee.

La stagione dei premi cinematografici americani entra nel vivo, come tradizione, con l'annuncio dei prescelti della National Board of Review, che oltre a indicare il suo film dell'anno e le sue preferenze in varie categorie, seleziona anche una top ten per l'anno in chiusura, in cui non manca mai qualche sorpresa. Quest'anno , il campione della NBR non è esattamente una novità (ha già vinto il NYFCC), e a questo punto Operazione Zero Dark Thirty è il frontrunner ufficiale; nella selezione, invece, compaiono Argo, Beasts of the Southern Wild, Django Unchained, Les Misérables, Lincoln, Silver Linings e qualche scelta inaspettata ma non senza i suoi meriti come Looper, Promised Land e soprattutto il teen drama Noi siamo infinito. Tra gli esclusi più illustri, titoli molto amati e ben recensiti come The Master, Moonrise Kingdom e Vita di Pi.

Per il resto, lascia abbastanza di stucco la vittoria di Bradley Cooper (Silver Linings) ai danni di Daniel Day-Lewis (Lincoln), mentre fa più piacere leggere tra i vincitori nei ruoli secondari i nomi di Leonardo DiCaprio (Django Unchained) e Ann Dowd (Compliance).

Ma ecco a seguire tutte le preferenze della NBR per il 2012:

NBR 2012: tutti i vincitori


La National Board of Review incorona Operazione...
Privacy Policy