Inferno: A Linda Lovelace Story

2015

L'inferno attende Lindsay Lohan

Il regista Matthew Wilder promette di attendere l'attrice finché i suoi guai con la giustizia non saranno definitivamente risolti. Intanto, sembra che LiLo sconterà non più 90 giorni di carcere, ma solo due settimane.

Per Lindsay Lohan si aprono le porte della prigione, ma per fortuna non si chiudono quelle del cinema. A quanto pare i produttori avrebbero deciso di congelare Inferno finché l'attrice non sarà nuovamente a piede libero. Inferno, pellicola in preparazione da lungo tempo, è un biopic dedicato alla star del porno anni '70 Linda Lovelace. Inizialmente a interpretare la star erotica avrebbe dovuto essere Anna Faris, ma dopo il suo abbandono il team produttivo ha ingaggiato Lindsay Lohan. In queste ore il regista Matthew Wilder ha dichiarato alla stampa di aver intenzione di attendere la liberazione dell'attrice prima di dare il via alla produzione del film di cui la Lohan sarà protagonista.

Prima di ritirarsi dalle scene per dar vita a una crociata per la difesa della moralità, Linda Lovelace è stata la star del cult porno Gola profonda. Ovviamente quella trattata in Inferno, non è materia da educande, ma le parole del regista Wilder, che promette di realizzare una pellicola sfrenata, "artistica", caratterizzata dalla presenza di una nudità violenta, incutono un certo timore. Come dichiara lui stesso: "Per fare un'esempio di nudità violenta, pensate a scene di sesso mescolate a immagini della guerra del Vietnam o a contesti del genere. Non abbiamo intenzione di far vedere Lindsay Lohan impegnata in scene di sesso orale, ma vi sono molti trucchi cinematografici per riprendere scene scabrose ". Speriamo che per la povera Lohan dopo l'apertura delle porte della prigione, non si spalanchino quelle dell'Inferno.

La foto segnaletica scattata Lindsay Lohan prima del suo ingresso in carcere
Intanto, le ultime notizie relative all'arresto della Lohan si sono fatte più confortanti, almeno per l'attrice e i suoi fans. Stando a quanto anticipato dai media americani, Lindsay non dovrà più scontare 90 giorni di carcere, ma circa due settimane. Attualmente detenuta in un carcere di Lynwood, la star di Baciati dalla sfortuna è stata isolata dal resto delle detenute, e si trova in una piccola cella tutta per lei. Secondo il suo avvocato, l'attrice è spaventata, ma è "estremamente collaborativa", e confida nelle preghiere e nel sostegno dei fans.

L'inferno attende Lindsay Lohan
Privacy Policy