L'altra faccia di James Van Der Beek

L'attore ha deciso di far conoscere un nuovo lato di sè, un ironico mattatore che non ha nessun problema a prendersi in giro, nè a demolire il romanticismo a oltranza creato dal suo personaggio più famoso: Dawson Leery.

Come deve essere angosciante per un giovane attore rimanere incastrato in un ruolo che ha definito il romanticismo per un'intera generazione... specie se poi il personaggio in questione ha dovuto subire l'ignominia di essere lasciato a più riprese dalla bella in questione (stiamo parlando ovviamente di Joy Potter, attuale signora Cruise) con tanto di scene di pianto catartico riprese in primissimo piano. Se poi consideriamo che la faccia stravolta e singhiozzante del soggetto in questione è diventata quasi oggetto di culto con addirittura una pagina dedicata su Facebook, allora cominciamo a capire perchè James Van Der Beek ha iniziato a essere leggermente insofferente ogni qualvolta si nominava lo show di cui è stato protagonista, Dawson's Creek, e perchè ha deciso di accettare molti ruoli che hanno lasciato spiazzate le miriadi di fangirls del biondo dal cuore tenero che sognava di diventare Steven Spielberg. James ha fatto veramente l'impossibile per far dimenticare quell'immagine, interpretando anche un paio di serial killer (e chi l'avrebbe mai detto che poteva fare così tanta paura?), ma il colpo di genio l'ha avuto di recente per Funny or Die, un sito dove gli attori pubblicano video ironici, surreali, completamente folli che hanno come scopo preciso l'auto-denigrazione fatta con humor e intelligenza.

Van Der Beek ha creato ben due video: il primo è una sorta di spot pubblicitario per il suo nuovo sito Vandermemes (ovviamente fittizzio, non precipitatevi a cercarlo), dove con un colpo di genio, ha deciso di mettere a disposizione una serie di 'facce', espressioni tipiche di curiosità, felicità, tristezza, imbarazzo, sorpresa e ovviamente il fatidico pianto alla Dawson, tra cui scegliere per poter illustrare al meglio il proprio stato d'animo; una sorta di galleria di emoticon con la faccia di James che soffre o ride per voi: "più trovavo la mia faccia in lacrime sui website di internet, più mi rendevo conto di ciò che la gente aveva veramente bisogno: un bel catalogo di primi piani del mio sensibile volto!".

Joshua Jackson nei panni di Peter Bishop in una foto promozionale della stagione 3 di Fringe
Il secondo video è ancora più esilarante del primo: parte con una breve premessa, delle scuse che James sente di dover offrire a tutti i ragazzi che hanno per fidanzate delle fan di Dawson e che per forza di cose si trovano a essere oggetto di deliranti paragoni tra la realtà e la finzione. Per farsi perdonare, Van Der Beek offre il servizio "hire an asshole" letteralmente "affittasi bastardo", dove lui interpreta la parte del cafone maschilista, insomma l'opposto del personaggio creato da Kevin Williamson per far si che i poveri mortali possano fare bella figura quando le loro adorate si rendono conto che Dawson è in realtà un buzzurro.

C'è da dire che Van Der Beek non è il primo attore del cast originale del Creek a partecipare a Funny or Die, anche Joshua Jackson ha creato un video bizzarro sul personaggio di Pacey Witter, dipingendosi come un ossessionato con manie di grandezza. Inoltre, per chi ha avuto la fortuna di guardare i mockumentary filmati da Matthew Gray Gubler (uno dei protagonsiti di Criminal Minds che ha girato una serie di falsi documentari su se' stesso, dipingendosi come l'apoteosi della star intrattabile) su Youtube, ha già potuto ammirare lo spirito autoironico di Van Der Beek che ha partecipato con entusiasmo alle riprese folli di Matthew. Che dire, anche gli attori hanno bisogno di concedersi un pizzico di follia ogni tanto e se questo è il risultato, ben venga!

L'altra faccia di James Van Der Beek
Privacy Policy