Jude Law si schiera con i piccoli migranti di Calais

La star di Sherlock Holmes ha fatto visita al campo dei migranti di Calais insieme al drammaturgo Tom Stoppard e a un gruppo di performer inglesi a difesa dei profughi minorenni.

Dopo la partecipazione al Festival di Berlino, dove ha presentato il biopic Genius, Jude Law è sceso in campo per una causa umanitaria. Ieri l'attore è apparso in un'atipica performance tenutasi al Jungle, campo degli immigrati di Calais.

Jude Law si è recato nel Jungle insieme al drammaturgo Tom Stoppard e ad altri attori inglesi per leggere una serie di lettere. Alla performance si sono uniti molti dei migranti cantando canzoni e leggendo testi scritti da loro. Lo scopo dell'esibizione era protestare contro gli imminenti rimpatri di alcuni giovani migranti, tra cui un ragazzo di 15 anni proveniente dal Sudan sfuggito al conflitto in Darfur.

Tra pochi giorni buona parte del campo verrà abbattuta dalle ruspe, perciò Jude Law ha letto una lettera aperta rivolta a David Cameron chiedendo al primo ministro inglese di accogliere i bambini e i ragazzi ospiti del campo che hanno parenti in Gran Bretagna.

Jude Law in visita al campo di immigrati di Calais

La lettera, firmata da più di 100.000 persone, incluse le star Benedict Cumberbatch, Gillian Anderson, Colin Firth, Helena Bonham Carter e Idris Elba, chiede inoltre che la demolizione del campo sia ritardata fino a che ai bambini ospiti del campo non sia garantita la protezione da parte delle autorità francesi.

Jude Law ha dichiarato: "E' nostra responsabilità come esseri umani occuparci dei bambini. I minori del campo di Calais hanno bisogno di noi. Non è uno sforzo difficile. E' semplicemente la cosa giusta da fare."

Jude Law si schiera con i piccoli migranti di...
Genius: Colin Firth e Jude Law dai ruggenti anni '20 alla Berlinale
Jude Law: "I film sono dei registi, non degli attori"
Privacy Policy