Jake Gyllenhaal in The Division, adattamento del videogame

Il videogioco "Tom Clancy's the Division" di Ubisoft diventerà un film con Jake Gyllenhaal.

Angelica Vianello

The Division è il film tratto da Tom Clancy's The Division, videogioco della Ubisoft che ha registrato vendite da record (le migliori per la casa francese), e Jake Gyllenhaal farà parte del progetto come attore e produttore, mentre ancora non è stato scelto uno sceneggiatore o un regista.

Leggi anche: Uncharted 4: altro che Indiana Jones, Nathan Drake sì che è invecchiato bene!

Il videogioco è ambientato in una New York distopica dopo che la città è stata devastata da una pandemia di vaiolo, ed è uno sparatutto in terza persona, in cui il giocatore è un agente della Stategic Homeland Division, chiamata semplicemente "The Division", che deve aiutare a ricostruire la rete di operazioni della Division a Manhattan, investigando sulle origini dell'epidemia e combattendo l'ondata di criminalità che ne è scaturita.

Pare che il gioco abbia ottenuto 330 milioni di dollari di vendite in solo cinque giorni, numero che nelle ultime settimane è andato crescendo. La Ubisoft ha già Assassin's Creed con Michael Fassbender in post produzione e Splinter Cell con Tom Hardy in produzione.

Leggi anche: Assassin's Creed: l'anteprima del film anticipa atmosfere dark alla Batman

Gyllenhaal tornerà dunque nel mondo dei videogiochi dopo l'excursus in Prince of Persia: Le sabbie del tempo, che molti vogliono dimenticare. Questo nuovo progetto invece sembra avere ottime possibilità di diventare un buon film... Staremo a vedere chi altro salirà a bordo nelle prossime settimane.

Jake Gyllenhaal in The Division, adattamento del...
Cinema e videogiochi: l'attrazione (e imitazione) è reciproca
Jake Gyllenhaal: "Heath Ledger mi manca da morire"
Privacy Policy