J.J. Abrams in Paradiso per 7 minuti

Il regista sta collaborando con Jack Bender per un'idea originale di quest'ultimo su un nuovo thriller basato su un gioco molto in voga tra gli adolescenti.

Il riferimento ai 'sette minuti in Paradiso' ha un sapore anni '50, quando i teenagers di Cincinnati cominciarono a giocare a questa versione del gioco della bottiglia: in pratica si sorteggia una coppia, con un metodo a scelta, che trascorrerà 7 minuti in un armadio, uno sgabuzzino o una stanza buia durante i quali potranno fare quello che vogliono, e nel 99,9% dei casi si tratta ovviamente di sbaciucchiamenti vari. Jack Bender, regista dell'ultimo episodio di Lost, ha pensato bene di ricordare questa pratica divertente per generare un thriller in cui i designati Adamo ed Eva, al termine del loro soggiorno in Paradiso, escono dall'armadio per scoprire che tutti i loro amici sono morti.

J.J. Abrams e la sua Bad Robot hanno subito colto l'occasione per entrare a far parte del progetto in veste di produttori, lasciando a Bender il ruolo di regista di 7 Minutes in Heaven, mentre non è ancora stato scelto uno sceneggiatore per mettere mano allo script. Abrams è attualmente impegnato in una moltitudine di progetti, dal quarto Mission Impossible ai sequel per Cloverfield e Star Trek, mentre Bender sta collaborando con la Syfy per dirigere il pilot di Alphas ed è coinvolto in Moscow, nuovo capitolo delle avventure di Jack Ryan, analista della CIA creato da Tom Clancy.

J.J. Abrams in Paradiso per 7 minuti
Privacy Policy