In Veneto la magia del cinema d'essai costa solo 2 euro

Riparte martedì 5 marzo l'iniziativa della Regione del Veneto che porterà tutti i martedì di marzo il cinema d'autore nelle sale regionali a 2 euro.

Vorreste un bel film d'autore ad un prezzo molto contenuto, magari in una storica sala d'essai della vostra città? Non è utopia, ma la chiave del successo della fortunata iniziativa "La Regione del Veneto per il Cinema di Qualità - La Regione ti porta al cinema con due euro - I martedì al Cinema" che torna tutti i martedì di marzo 2013 (5, 12, 19, 26) sugli schermi di 14 sale della Regione. La rassegna è organizzata dalla Regione del Veneto, in partnership con la Federazione Italiana Cinema d'Essai (FICE) delle Tre Venezie, l'Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie e con il sostegno di Alì Aliper. Nelle 14 sale della Regione tutti i martedì di marzo (5, 12, 19, 26) verranno proiettate pellicole di grande qualità artistica ad un costo volutamente contenuto di 2 euro per promuovere il cinema d'autore, spesso alternativo ai circuiti commerciali e distribuito con difficoltà, ma anche per valorizzare le sale cinematografiche d'essai che, come spiega Filippo Nalon, Presidente Fice Tre Venezie, 'sono presidi culturali dei nostri centri urbani, nei quali dare vita alla "magia del cinema" che vede l'incontro del pubblico sempre più attento e partecipe'.

Un'occasione in cui il pubblico veneto avrà nuove opportunità per aprirsi ad orizzonti di visione di qualità, nella consapevolezza che il valore del cinema d'essai è di saper parlare a tutti; ma anche un'opportunità a sostegno dell'opera cinematografica e del grande schermo, luogo deputato per la visione condivisa di un film e punto di riferimento sociale e urbanistico del territorio. Anche per il settore cinematografico il 2012 si è chiuso all'ombra della crisi registrando una diminuzione del 10% nelle presenze e dell'8% negli incassi rispetto al 2011. Un calo di pubblico che ha colpito sia i grandi multisala che offrono biglietti a prezzi sempre più elevati, ma soprattutto le piccole sale storiche a schermo unico destinate a diffondere i cinema d'autore gravate da costi di gestione e il difficile adeguamento al digitale. Queste le sale cinematografiche che aderiscono al progetto: Cinema Italia a Belluno; Multisala PortoAstra e Lux a Padova; Multisala Cinergia a Rovigo e Multisala Politeama a Badia Polesine; Multisala Corso a Treviso, Multisala Italia a Montebelluna e Cinema Cristallo a Oderzo; Cinema Dante a Mestre, Cinema Teatro Mirano a Mirano e Multisala Verdi a Cavarzere; Cinema Alcione a Verona; Cinema Araceli a Vicenza e Multisala Metropolis a Bassano del Grappa.

In Veneto la magia del cinema d'essai costa solo...

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy