In Treatment: dal 22 settembre su Cult

Debutta sul canale 142 di Sky, la prima stagione della serie interpretata da Gabriel Byrne. Per chi non vuole aspettare invece, è prevista una speciale 'maratona' il 21 settembre con la messa in onda di cinque episodi.

Il transfert di una anestesista, l'ostilità di un reduce di guerra, l'autolesionismo di una ginnasta, i problemi di una coppia e la crisi di mezza età di un affermato professionista. Una seduta psicanalitica al giorno per cinque casi differenti, dal lunedì al venerdì. Protagonista un attore d'eccezione: Gabriel Byrne. Questo è In Treatment, la nuova serie targata HBO proposta da Cult (canale 142 di Sky) in prima visione assoluta in Italia. Innovativa per contenuti, la serie accompagna, passo dopo passo, lo spettatore attraverso le storie e le sedute di cinque pazienti e del loro psicoterapeuta. L'appuntamento è su Cult ogni giorno dal lunedì al venerdì alle 21:00 a partire dal 22 settembre.
Per chi non può attendere fino a lunedì, Domenica 21 settembre è prevista una speciale anteprima: una "maratona" televisiva lunga cinque episodi a partire dalle 22:30, con la prima seduta di tutti i pazienti.

Il protagonista della serie è lo psicoterapeuta Paul Weston (Gabriel Byrne), un uomo apparentemente realizzato ma in realtà diviso tra questioni di etica professionale e problemi personali. Weston incontra i suoi pazienti un giorno a settimana, mentre il quinto giorno, il venerdì, è lui stesso a confrontarsi con la propria terapista, Gina Toll (interpretata da Dianne Wiest). Gina è stata il supervisore di Paul, ma un litigio ha interrotto bruscamente i loro rapporti. Nonostante questo, accetta di riceverlo un giorno a settimana ma durante le sedute i vecchi rancori non tardano ad emergere.
Il pubblico segue, giorno dopo giorno e seduta dopo seduta, la terapia di ogni personaggio: il lunedì è la volta di Laura (Melissa George) una giovane anestesista con problemi sentimentali che si è invaghita del suo psicoterapeuta, il giorno seguente invece è il turno di Alex (Blair Underwood), un pilota della Marina che ha partecipato alla guerra in Iraq e che ha deciso di andare in analisi, ma ha un atteggiamento diffidente e di continua sfida nei confronti di Paul e dei suoi metodi.
Il mercoledì è il giorno di Sophie (Mia Wasikowska), una ginnasta adolescente che è rimasta vittima di un grave incidente ed è costretta a frequentare lo studio di Paul per provare alla sua assicurazione che non si è trattato di un inconsapevole atto autolesionista.
Il giovedì infine è il giorno di Jake e Amy (Josh Charles e Embeth Davidtz) marito e moglie, lui autore di canzoni, lei donna in carriera: vanno in terapia insieme per trovare una soluzione ai loro problemi di coppia.

Prodotta dalla HBO e diretta e riadattata Rodrigo Garcia, figlio del premio nobel per la letteratura Gabriel Garcia Marquez, In Treatment è ispirata alla serie israeliana BeTipul, che in patria è diventata un fenomeno sociale e televisivo, osannata dai critici per i dialoghi raffinati e pungenti. La HBO ha creduto in questo format e dopo aver commissionato cinque episodi, ha dato il via libera agli altri 38 che costituiscono la prima stagione. La serie, in corsa con tre nomination agli Emmy Awards 2008, vedrà in autunno l'inizio delle riprese della seconda stagione.

In Treatment: dal 22 settembre su Cult
Privacy Policy