Il premio Pasinetti a Servillo e Solarino

Valeria Solarino e Toni Servillo sono stati premiati dai giornalisti cinematografici per le interpretazioni dei film dei quali sono stati protagonisti all'ultima Mostra del Cinema.

Già consegnato a Gianni Zanasi per il film Non pensarci appena uscito nelle sale, il premio "Francesco Pasinetti" ha offerto ai giornalisti romani l'occasione per un incontro con Toni Servillo (miglior protagonista maschile per La ragazza del lago di Andrea Molaioli) e Valeria Solarino (migliore attrice sugli schermi di Venezia per Valzer di Salvatore Maira).

Con i due attori all'Accademia dell'Oréal, proprio dove il SNGCI annuncerà il 9 maggio le "cinquine" dei Nastri d'Argento, sono stati applauditi anche Salvatore Maira e il produttore Gian Mario Feletti (per la menzione speciale a Valzer) e Pietro Marcello, autore del documentario Il passaggio della linea da oggi tra l'altro in edicola insieme al settimanale Internazionale, come ha ricordato la produttrice Francesca Cima.

Al presidente del Sngci Laura Delli Colli il compito di consegnare i riconoscimenti ma soprattutto di sottolineare che «tutti i Pasinetti di quest'anno sono andati a film e protagonisti scelti fuori dalla selezione del concorso premiando in particollare Giornate degli autori e Settimana della Critica». Piccola novità di quest'edizione, come ha sottolineato a nome del Direttivo Maurizio Di Rienzo, la menzione speciale al documentario. Molti applausi per i protagonisti e da Maira un grazie al Sngci «per aver segnalato un film non consueto e di ricerca, che pone domande ma non offre risposte consolatorie. Valzer uscirà a fine maggio/giugno, dopo aver girato i festival di tutto il mondo» .

Ecco le motivazioni dei premi assegnati dai giornalisti cinematografici accreditati all'ultima Mostra del Cinema e ora consegnati a Roma

Miglior film: Non pensarci di Gianni Zanasi (Giornate degli Autori)
Film originale anche grazie al ritmo del racconto e alla sintonia tra la regia intelligente di Gianni Zanasi e una 'famiglia' di attori che, a cominciare da Valerio Mastandrea, è emblematica non solo generazionalmente ma di una condizione sociale che la sceneggiatura fotografa fedelmente.

Menzione speciale: Valzer di Salvatore Maira per l'originalità produttiva e narrativa di un piano sequenza che diventa un film d'autore tecnicamente interessante e delicatamente attento a raccontare la psicologia femminile

Miglior protagonista maschile: Toni Servillo (La ragazza del lago di Andrea Molaioli - Settimana Internazionale della Critica)

Migliore protagonista femminile: Valeria Solarino (Valzer di Salvatore Maira - Giornate degli Autori)

Apprezzando la scelta della Mostra di aprire al documentario con particolare attenzione la selezione 2007, i giornalisti del Sngci hanno anche ritenuto di segnalare Il passaggio della linea di Pietro Marcello, prodotto da Nicola Giuliano e Francesca Cima (Orizzonti Doc), sguardo attento di un giovane regista sull'Italia quotidiana e nascosta che anche nel 2000 continua a viaggiare sul vecchio treno della speranza.

Il premio Pasinetti a Servillo e Solarino

Fonte: Comunicato stampa Studio Morabito

Privacy Policy