Il futuro di Kassovitz

Kassovitz tornerà alla regia per una grande produzione di fantascienza, dopo una parentesi da attore per Spielberg

Dopo aver realizzato Gothika, a Mathieu Kassovitz erano stati proposti diversi progetti a grosso budget, come Elektra e Catwoman, che il regista aveva rifiutato per mancanza di vero interesse nei loro confronti.
Aveva deciso, invece, di concentrarsi su un paio di lavori che gli sarebbe piaciuto realizzare, come I am Legend e Babylon A.D., e il secondo si sta concretizzando.
Kassovitz parteciperà anche alla stesura della sceneggiatura del film, coprodotto dalla Fox e da Canal Plus e tratto dal romanzo Babylon Babies di Maurice G. Dantec, edito in Italia dalla Hobby & Work, ambientato nel prossimo futuro e incentrato sulla manipolazione genetica.

In attesa di iniziare le riprese il prossimo febbraio, Kassovitz prenderà parte al film, provvisoriamente noto come Untitled 1972 Munich Olympics Project, di Steven Spielberg sulle Olimpiadi di Monaco del 72, in compagnia di Eric Bana, Daniel Craig e Geoffrey Rush. L'esperienza con l'autore americano ha una doppia importanza per Kassovitz: dal punto di vista produttivo si andrà ad aggiungere a quella già acquisita con Gothika e gli permetterà di gestire al meglio le risorse a sua disposizione per l'ambizioso progetto fantascientifico che si appresta ad affrontare; e dal punto di vista puramente artistico, i mesi al lavoro con Spielberg, autore che Kassovitz ama molto, associati alla visione di tutti i lavori del regista de La guerra dei mondi, contribuiranno ad ispirare lo stile del film di Babylon A.D..

Il futuro di Kassovitz
Privacy Policy