Ragazzi perduti

1987, Commedia

Ragazzi Perduti, i vampiri degli anni '80 tornano in una serie TV

Horror e Vampiri rimangono in tv, stavolta grazie al revival di un cult del cinema anni '80 di Joel Schumacher

Angelica Vianello

Con la prossima fine di The Vampire Diaries, il network americano CW si organizza per rimpiazzare i vampiri con altri di illustre provenienza. È infatti in cantiere la realizzazione di una serie tv tratta dal film di Joel Schumacher Ragazzi perduti.

A curarla sarà il creatore di Veronica Mars e iZombie Rob Thomas, per la Gulfstream TV e Warner Bros. Television. Il progetto è di espandere il film in una serie di sette stagioni che esplorerà il significato dell'immortalità in un arco di tempo totale di 70 anni, una decade per ogni stagione.

La prima stagione sarà ambientata a San Francisco nella Summer Of Love del 1967. In ogni stagione gli umani, l'ambientazione e la storia cambieranno completamente... solo i vampiri, i nostri Ragzzi Perduti, così come i personaggi di Peter Pan, rimarrano gli stessi.

Leggi anche: Nel segno di Dracula: il mito del vampiro tra cinema e TV

È una rivisitazione sostanziale del film di Schumacher, in cui lavoravano Jason Patric e Corey Haim, due fratelli che si scontrano con la gang di vampiri capitanata da Kiefer Sutherland, e come premessa per una serie sembra davvero buona, a metà tra l'approccio antologico di show come American Horror Story o True Detective e l'impianto classico delle serie che sviluppano una loro mitologia nel corso di tante stagioni con personaggi ricorrenti.

Ragazzi Perduti, i vampiri degli anni '80 tornano...
Top 50 Anni '80: i nostri film e momenti cult del cinema USA - parte 1
The Vampire Diaries 8: Nina Dobrev, un ritorno atteso tra le polemiche
Privacy Policy