Gran Torino

2008, Drammatico

Il box office non va in letargo con Muccino e Clint Eastwood

Un week end di ottimi affari sia ai botteghini italiani che a quelli di oltre Atlantico: da noi il primato è ad appannaggio di Sette anime, mente in USA Gran Torino spiazza tutti.

Dopo la grande attività delle feste, ci sia aspettava una piccola frenata al box office, soprattutto oltre oceano; invece arriva un fine settimana di grande movimento e di incassi decisamente elevati per questo periodo dell'anno.
Dopo settimane di testa a testa tra i due blockbuster natalizi, Natale a Rio e Madagascar 2, la vetta della top ten degli incassi tricolori è rinnovata grazie a Sette anime, dramma ad alto tasso emozionale con Will Smith e Rosario Dawson, diretti dal nostro Gabriele Muccino, alla sua seconda regia hollywoodiana dopo il grande successo La ricerca della felicità. Il film fa staccare biglietti per un valore di quasi quattro milioni di euro: si ferma un milione e mezzo più sotto, ma non ha di che lamentarsi, la commedia Yes Man con Jim Carrey, scelta dagli spettatori in cerca di qualcosa di meno emotivamente lacerante di Sette anime. Chiude il podio Madagascar 2, che continuando di questo passo per qualche altro giorno rischia di soffiare a Natale a Rio il primato di maggiore incasso stagionale. Da sottolineare il buon risultato di un'altra commedia, Un matrimonio all'inglese, al quinto posto con circa 600.000 euro ed una media per sala molto alta.

Bee Vang e Clint Eastwood in un'immagine del film Gran Torino
Negli Stati Uniti a rivoluzionale l'aspetto della top ten sono non tanto le nuove uscite, quanto un film che passa da un'uscita in limited a una wide release su 2800 schermi. L'ascendente di Clint Eastwood sul pubblico americano (e non, visti i risultati di Changeling da noi) è in crescita, e Gran Torino, che sfiora i trenta milioni di dollari di incasso nel week end, rappresenta la migliore apertura di sempre per un suo film. Chissà che questo exploit non serva a movimentare una corsa all'Oscar che sembra diventata un po' prevedibile.
Al secondo posto troviamo la commedia nuziale tutta al femminile Bride Wars - La mia miglior nemica, con Anne Hathaway e Kate Hudson, e in terza posizione l'horror paranormale Il mai nato; intanto un altro film coinvolto nella corsa all'Oscar, Il curioso caso di Benjamin Button, sfonda il tetto dei novanta milioni complessivi, e continua la sua risalita il dramma bellico Operazione Valchiria.

Il box office non va in letargo con Muccino e...
Privacy Policy