Ian McKellen, il Re è nudo in TV

Il network PBS potrebbe censurare il nudo frontale dell'attore inglese, protagonista di King Lear in una versione registrata della piece da lui portata in scena con la Shakespeare Royal Company.

Il prossimo anno il network americano PBS prevede di mandare in onda una registrazione dell'adattamento di King Lear realizzata dalla Shakespeare Royal Company e interpretata da Sir Ian McKellen nel ruolo del sovrano, ma potrebbe decidere di censurare una delle scene in cui l'attore inglese appare completamente nudo.

Nel presentare la futura programmazione del network - che comprende anche un programma sulla musica latina, e uno sui parchi nazionali americani - il presidente della PBS, Paula Kerger ha detto di non aver ancora visionato la registrazione del dramma di Shakespeare, ma ha precisato che la decisione di censurare eventuali scene di nudo non dipende completamente da lei.

In questi giorni McKellen è apparso in uno show televisivo, e ha preso le difese di Gene Robinson, vescovo della Chiesa Anglicana che non è stato invitato ad un'importante conferenza decennale perchè apertamente omosessuale. L'attore inoltre ha rivelato di essere stato spesso minacciato di morte per il fatto di essere gay, e anche se le minacce sono notevolmente diminuite dagli anni '80 ad adesso, ritiene che il peso della violenza verbale possa essere messo sullo stesso piano di quella fisica.

Ian McKellen, il Re è nudo in TV
Privacy Policy