I soliti idioti: dal 16 febbraio la terza edizione

Arriva la terza serie dello sketch show più irriverente della tv italiana. Dal 16 febbraio tutti i mercoledì alle 22.00 su MTV e Comedy Central.

Il 16 febbraio alle ore 22.00 su MTV e Comedy Central, debutta la terza serie de I soliti idioti, l'irriverente sketch show scritto e interpretato da Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio, un'ironica rappresentazione della cultura italiana, con i pregi e difetti che ci fanno tanto amare ed odiare il nostro paese.
I personaggi ormai mitici ed eletti a rappresentanti della società, tornano con le immancabili coppie di Father&Son, gli Immoralisti, Padre Giorgio e Padre Boi, la Postina e i giovanissimi Mamma Esco.
Quattordici puntate con sketch che alternano risate ad incredulità ed una straordinaria abilità nell'indossare i panni di tanti personaggi, tutti interpretati dai due istrionici attori. Mandelli e Biggio riescono abilmente a cambiare faccia e personalità creando protagonisti ispirati dalla borgata romana alla Milano bene, dal tema della mafia a quello di genitori e figli, passando dal mondo della chiesa a quello dell'omosessualità. Tutti questi personaggi e argomenti vengono filtrati attraverso la bizzarra lente della comicità surreale e di situazione, che ci mostra i vari tic degli italiani e smaschera molte volte la loro innocente idiozia. I soliti idioti sono comicità liberatoria, specchio di un'Italia contemporanea di cui si ride proprio perchè ci si riconosce e, in fondo, a cui non si può non volere bene.
La premiere sarà preceduta da 10 giorni di programmazione speciale di vecchi sketch alle 19.00, con una maratona di tutta la seconda serie, la sera di sabato 12 febbraio.

Alcuni personaggi de I soliti idioti: Father & Son: Un padre (Ruggero De Ceglie) e suo figlio (Gianluca). Ruggero è autoritario, volgare e disonesto, Gianluca è laureato, amante dell'arte e della tecnologia, e con un animo sensibile. Il padre crea delle situazioni rocambolesche per far vivere la vita vera al
figlio e farlo crescere... a modo suo.
Dolce attesa: Una coppia gay di uomini crede di poter avere un figlio naturalmente, e accusa chi li guarda increduli, gridando al mondo la propria omosessualità.
Il rinnovamento della chiesa: La chiesa è vista come una grande azienda e padre Boi e padre Giorgio, due stravaganti preti marketing, cercano di aumentare il consenso dei credenti presentando assurdi progetti di rinnovamento in Vaticano.
La postina: Un attimo sono subito da lei... e scompare. Quante volte alle poste italiane ce lo siamo sentiti dire proprio quando era il nostro turno in coda? Le assurde vicende di un mite ragazzo di provincia che cerca inutilmente di affrontare la burocrazia italiana, ottimamente rappresentata dalla Postina.
Gli (Im)moralisti: Una donna (MariaLuce) e un uomo (Giampietro) benestanti si imbattono in alcune imbarazzanti situazioni del quotidiano. Il loro perbenismo li porta ad immobilizzarsi e a fare assurdi ragionamenti per non sembrare moralisti.
Mamma esco...!: Un bambino (Niccolò) esce di casa fornendo ai genitori un po' disinteressati le giustificazioni più stravaganti per portare a termine azioni quasi sempre illegali e non adatte a un ragazzino della sua età.

I soliti idioti: dal 16 febbraio la terza edizione
Privacy Policy