Hollywood unita con Hillary Clinton contro Trump

La convention Democratica che si è tenuta a Philadelphia ha visto il supporto di numerose star a sostegno della Clinton. Meryl Streep ha tenuto un appassionato discorso ai partecipanti.

Nelle ultime ore l'attenzione dei media di tutto il mondo e anche di gran parte di Hollywood è stata catturata dalla convention dei Democratici di Philadelphia che ha lanciato la corsa di Hillary Clinton verso la Presidenza degli Stati Uniti. La minaccia da scongiurare ha un nome, un cognome e un ciuffo di improbabili capelli biondi: Donald Trump.

Bryan Cranston, Kerry Washington, Julianne Moore, Neil Patrick Harris sono sono alcune delle 100 star che si sono unite nella campagna anti-Donald Trump "United Against Hate" lanciata da MoveOn.org. In una lettera aperta postata su Mic, il gruppo incita a "usare il potere della nostra voce per sconfiggere Donald Trump e l'ideologia dell'odio che rappresenta." Tra i firmatari spiccano Shonda Rhimes, Ryan Murphy, il regista Michael Moore, Samuel L. Jackson, Mark Ruffalo, Lena Dunham, Rashida Jones e Russell Simmons.

Bryan Cranston ha supportato apertamente Hillary Clinton nel corso di un dibattito pubblico a Philadephia dedicato ai diritti civili, mentre Michael Moore, ex supporter di Bernie Sanders, ha espresso i suoi timori sulla vittoria di Trump in un pessimistico post su Facebook.

Ma la regina della convention democratica - eccettuata la stessa Hillary Clinton, naturalmente, collegatasi a sorpresa via web - è stata la diva Meryl Streep che ha tenuto un appassionato discorso. "Che cosa serve per essere la prima donna?" ha chiesto la Streep said. "Servono grinta e grazia." L'attrice ha citato una serie di donne che hanno aperto la strada contro il sesssismo, come Sandra Day O'Connor, primo giudice donna della Corte Suprema, e Geraldine Ferrero, prima donna ed unica italoamericana candidata alla Vicepresidenza degli Stati Uniti. "Queste donne hanno qualcosa in comune, intelligenza, prontezza e una passione bruciante per la causa".

Nel suo discorso, la Streep non ha menzionato il rivale di Hillary Clinton, Donald Trump, ma ha affermato che la candidata democratica "ha preso forza in oltre 40 anni, lottando per famiglie e bambini. Da dove derivano la sua forza e la sua grazia? Voi avete fatto la storia e voi farete la storia ancora a novembre perché Hillary Clinton sarà la prima Presidente donna. Sarà la prima, ma non l'ultima".

A quanto pare i Democratici non hanno timore di apparire troppo hollywoodiani, visto che a sostegno della corsa presidenziale della Clinton hanno presentato unvideo musicale in cui le star cantano il loro supporto alla candidata. Nel video in stile Voices vediamo esibirsi Aisha Tyler, Alan Cumming, America Ferrera, Elizabeth Banks, Eva Longoria, Idina Menzel, Jane Fonda, Kristin Chenoweth, Mandy Moore, Rob Reiner e Sia sulle note di Fight Song di Rachel Platten.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Hollywood unita con Hillary Clinton contro Trump
David Tennant legge gli insulti rivolti a Donald Trump dagli scozzesi
Bruce Campbell: fan di Trump insanguinata? E' solo makeup!
Privacy Policy