Hayao Miyazaki su Charlie Hebdo: "Un errore, quelle vignette"

Il maestro dell'animazione ha criticato l'idea di fare satira sui culti religiosi delle culture diverse dalla propria.

Il maestro dell'animazione Hayao Miyazaki ha espresso la sua opinione sul dibattito sollevato dai tragici eventi che hanno coinvolto la redazione del magazine satirico francese Charlie Hebdo, seguiti dall'attacco armato avvenuto a Copenhagen proprio durante un dibattito organizzato per riflettere sulla libertà di espressione.
Miyazaki ha infatti dichiarato ai media giapponesi, come riporta il blog Kotaku: "Per me, penso che sia un errore fare delle caricature di quello che venerano le diverse culture".

Leggi anche - Charlie Hebdo e The Interview: tra satira, terrorismo reale ed ipocrisie virtuali

L'artista ha poi aggiunto quali sono, secondo lui, gli oggetti che dovrebbero essere al centro della satira: "Innanzitutto le vignette dovrebbero essere ispirate dai politici della propria nazione, sembra sospetto attaccare i leader politici di altre nazioni".
L'animatore, già in passato, non ha esitato a esporsi pubblicamente dal punto di vista politico rifiutandosi di partecipare alla cerimonia di premiazione degli Oscar nel 2003 a causa del coinvolgimento statunitense nella guerra in Iraq.

Venezia 2008: Hayao Miyazaki presenta il suo ultimo lavoro, Ponyo on the Cliff by the Sea
Hayao Miyazaki su Charlie Hebdo: "Un errore,...
Charlie Hebdo e The Interview: tra satira, terrorismo reale ed ipocrisie virtuali
Privacy Policy