Guerre Stellari diventa un musical

Il 10 aprile debutterà a Londra la versione musical della saga di Guerre Stellari. Lo spettacolo condenserà in 90 minuti tutti e due le trilogie dirette da George Lucas, che tra l'altro è alle prese con nuovi progetti.

Debutterà il prossimo 10 aprile nel West End londinese Star Wars: A Musical Journey, musical stellare che altro non è se non l'adattamento teatrale delle sei pellicole dirette da George Lucas che vanno a costituire l'epica saga di Guerre Stellari. Sia la prima che la seconda trilogia verranno condensate in 90 minuti, salvaguardando gli episodi clou come la distruzione della Morte Nera e le scene d'amore tra Anakin Skywalker, futuro Dart Vader, e la bella principessa Padme Amidala. La Royal Philarmonic Orchestra, che accompagnerà lo show, suonerà dei brani scelti dalle musiche composte da John Williams, mentre su un maxi schermo verranno proiettati spezzoni dei film.
In più gli attori reciteranno parti della sceneggiatura originale per collegare insieme i vari episodi. "Abbiamo finalizzato la maggior parte del progetto alla comprensione del pubblico" ha dichiarato il produttore Spencer Churchill. "All'inizio pensavano che si sarebbe trattato di raccontare cronologicamente le vicende dei sei episodi, ma alla fine abbiamo fatto delle modifiche sostanziali". Lo spettacolo si terrà alla O2 Arena di Londra, una sala concerti capace di contenere diciassettemila spettatori paganti.

Nel frattempo George Lucas non se ne ne sta certo con le mani in mano e se ha ripetutamente dichiarato che non ha intenzione di tornare alla regia, almeno nell'immediato futuro, sta però seguendo numerosi progetti in veste di produttore. Tra questi continua ad aleggiare l'ipotesi di un eventuale quinto capitolo della saga di Indiana Jones, che vedrebbe il "vecchietto" Harrison Ford tornare a indossare noncurante frusta e cappellaccio alla ricerca di nuovi tesori. Inoltre è stato scelto il regista che dirigerà l'ambizioso Red Tails, progetto dedicato ai piloti della Tuskegee Airmen. Al timone del film vi sarà Anthony Hamilton. Il casting è attualmente in corso e le riprese prendenderanno il via la prossima primavera. Infine il mogul di Star Wars ha intenzione di riproporre i sei film della saga in formato 3D. Attualmente la tecnologia a disposizione, costosa e complicata, sta facendo tardare il progetto, ma i maghi al servizio di Lucas sono al lavoro per individuare il modo migliore per realizzarlo.

Guerre Stellari diventa un musical
Privacy Policy