Goltzius and the Pelican Company apre il Melzo File Festival

La pellicola del maestro inglese Peter Greenaway, inedita in Italia, inaugurerà il concorso di corti dedicato alle nuove tecnologie.

Si svolgerà da mercoledì 3 a domenica 7 luglio la quarta edizione dell'I-MEFF, International Melzo File Festival, concorso di cortometraggi e nuove tecnologie legato sin dalla nascita alla cultura digitale, la sperimentazione, la ricerca e l'utilizzo di nuovi linguaggi. Organizzato dall'Associazione Culturale Spazio Mem, sotto la direzione artistica di Chiara Boeri, il festival si terrà come di consueto presso il Cinema Arcadia di Melzo, struttura all'avanguardia nell'utilizzo di tecnologie. Ad aprire l'edizione 2013 mercoledì 3 luglio sarà il convegno dal titolo E' il satellite bellezza!: un momento di confronto e dibattito sul satellite quale servizio in grado di offrire nuove opportunità lavorative in ambito produttivo e nuove modalità di esperire lo sport, il teatro e la musica al cinema. Alle 21 grande inaugurazione con l'anteprima assoluta dell'ultimo film di Peter Greenaway Goltzius and the Pelican Company: direttamente dal Festival Internazionale del Film di Roma l'opera arriva sugli schermi dell'Arcadia grazie all'I-MEFF, che lo presenta quale grande esempio di connubio tra la creatività autoriale, l'utilizzo di nuove tecnologie e la mescolanza di linguaggi.

Sono oltre TRENTA i cortometraggi ad oggi selezionati per il concorso e provenienti dalle principali scuole di animazione europee ed internazionali. Anche quest'anno il festival amplia il radicamento al territorio, rafforzando il rapporto con le principali scuole di cinema milanesi e lombarde. Oltre allo IED - Istituto Europeo del Design e all'Accademia delle Belle Arti di Brera - presente con Videozero a cura di Francesco Ballo - sarà presente anche la Scuola di Cinema e Televisione di Milano ad arricchire i giorni del festival con cortometraggi e progetti speciali di studenti ed ex allievi. Tra gli altri si segnalano il 5 luglio l'incontro con Maurizio Nichetti e Guido Orlandi sul tema del film doppio (da uno stesso script due film: uno di finzione e uno di animazione) e, sabato 6 luglio, la presentazione de Gli Abiti del Male, web series milanese in salsa thriller ambientata nel Cimitero Monumentale. La cross-medialità sarà affrontata grazie alla presentazione di Avevamo la Luna di Michele Mezza, il primo progetto di libro multimediale che permette al lettore di connettersi in rete a fonti ed approfondimenti, grazie alla presenza di QR code.

Sabato 6 luglio giornata dedicata a Blender, il software di animazione e grafica 3d gratuito del Blender Institute che terrà un corso a ingresso libero di utilizzo del programma e presenterà Tears of Steel di Ian Hubert, in collegamento streaming da Boston con alcuni collaboratori del progetto. La performance di danza interattiva Forest Off di Andrew Quinn anticiperà invece le premiazioni finali di domenica 7 luglio. La giuria, presieduta da Victor Togliani (illustratore e set designer - tra i suoi lavori Nirvana di Gabriele Salvatores), assegnerà il Premio Città di Melzo, che sarà affiancato da tre menzioni, attribuite rispettivamente da Spazio Mem, il pubblico e la giuria giovani. Per informazioni: www.imeff.org.

Goltzius and the Pelican Company apre il Melzo...

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy