Glee: Ryan Murphy sull'episodio-tributo a Cory Monteith

L'autore racconta com'è stato girare l'episodio dedicato all'uscita di scena di Finn, il personaggio dell'attore scomparso.

Il 13 luglio 2013 è stato un giorno di lutto per il piccolo schermo, in particolare per i milioni di gleeks in tutto il mondo, che hanno dovuto dire addio a Cory Monteith, scomparso alla giovane età di 31 anni per overdose di alcol ed eroina. Cory era uno dei tre insostituibili cuori pulsanti di Glee, Finn, Rachel e Kurt. Con la sua scomparsa gli autori si sono trovati ad affrontare un serio problema e per un momento la Fox ha considerato l'idea di posticipare o addirittura interrompere lo show. Lea Michele - fidanzata di Cory - ha insistito perchè si andasse avanti, convinta che essere riuniti sarebbe stato il modo migliore per affrontare il dolore. I primi due episodi della quinta stagione erano già stati girati, la produzione ha dovuto soltanto tagliare le scene con Cory, la cosa difficile è stata creare l'episodio dedicato a Finn e alla sua uscita di scena. In principio Murphy intendeva rispecchiare la realtà dei fatti e 'usare' questa terribile tragedia per combattere la diffusione della dipendenza da droghe, una sorta di omaggio alla lunga battaglia che Cory ha sostenuto per anni. Ryan ha poi dichiarato di aver cambiato idea e che l'episodio sarebbe stato una celebrazione del personaggio e che non ci sarebbero stati troppi dettagli sul come o sul perchè dei fatti.

Lea Michele - Cory Monteith
Ieri, al termine della seconda parte dedicata ai Beatles, è andato in onda il promo per The Quaterback e da quello che abbiamo visto sarà un colpo duro da digerire "E' stato incredibilmente difficile lavorare su questo episodio" ha detto Murphy ai giornalisti durante lo screening per il primo episodio della nuova stagione di American Horror Story, "quasi tutto quello che vedrete è stato preso dai primi ciak perchè gli attori e la troupe erano emotivamente molto provati. Non mi è mai capitato di dover interrompere delle riprese in questo modo... i tecnici, gli attori, lasciavano il set singhiozzando. Anche per me è stato durissimo. Quello che vedrete è tutto vero... solo in parte è sceneggiato, per il resto è l'espressione dell'amore che abbiamo per Cory". Tra le varie canzoni che sono state scelte per l'episodio c'è Make You Feel My Love di Adele e I'll Stand By You dei The Pretenders, che è stato uno dei primi assolo di Finn. Ci saranno dei volti familiari, come Mark Salling, Mike O'Malley e Romy Rosemont "quando scrivi qualcosa del genere non c'è un modo giusto di farlo. Così abbiamo cercato di fare del nostro meglio. Abbiamo inserito le persone che abbiamo sotto contratto, ma abbiamo ricevuto telefonate da molti ex membri del cast che volevano partecipare "gli volevo un bene enorme, c'è un modo per farmi collaborare?" ci hanno detto". Tra quelli che hanno richiesto di tornare sul set c'è stato anche Iqbal Theba, ovvero l'ex preside del McKinley High.

Il titolo non è stato scelto a caso dice Murphy "The Quaterback... Cory era questo per noi, per me in particolare. Non c'era nessuno della troupe che non amasse Cory. In particolare i ragazzi, si sono ritrovati nell'occhio del ciclone in un momento delicato della loro crescita e hanno attraversato dei momenti difficili. Cory più degli altri ovviamente ma non lo dimostrava mai. Era una delle persone più gentili e generose che abbia mai conosciuto, mai una cattiva parola, per nessuno". The Quaterback andrà in onda negli States il prossimo 10 ottobre.

Promo - Glee, 5x3: The Quarterback

Glee: Ryan Murphy sull'episodio-tributo a Cory...
Privacy Policy