GLAAD Awards, tra i premiati Glee e Drew Barrymore

L'autore della serie Ryan Murphy ha accettato il premio della Gay and Lesbian Alliance Against Defamation dalla mani di Eric Dane, mentre la Barrymore ha parlato dell'importanza della famiglia. Inoltre la teenager Constance McMillen ha partecipato alla manifestazione per premiare Wanda Sykes, mentre Tom Ford è rimasto senza accompagnatore a causa del vulcano Eyjafjallajökull.

La Gay and Lesbian Alliance Against Defamation è al suo 21esimo anno di vita e in questi giorni ha organizzato le cerimonie a New York, Los Angeles e San Francisco per premiare, in diverse categorie, personaggi di spicco che hanno contribuito attraverso il loro lavoro o stile di vita a diffondere gli ideali dell'Associazione e in generale ad abbassare il livello di omofobia nel mondo. Per quanto riguarda il mondo dello spettacolo tra i premiati ci sono Drew Barrymore, la hit series Glee, Tom Ford e Wanda Sykes. Ryan Murphy, il creatore di Glee, ha accettato il premio per miglior commedia dalle mani di Eric Dane e sua moglie; Murphy, che ha ricevuto l'onorificenza insieme al resto del cast, ha ringraziato Jane Lynch, la quale ha annunciato il suo fidanzamento con Lara Embry proprio durante le riprese dello show, e Chris Colfer, che nella serie interpreta Kurt: "Il nostro affetto per Chris Colfer è immenso, così come la nostra ammirazione perchè a 19 anni, quando i media hanno fatto pressioni, Chris è rimasto fedele a se stesso e invece di fare un annuncio (in merito alla sua omosessualità n.d.r.) a 40 anni quando ormai non conta più, ha dimostrato coerenza e maturità".

Glee: Cory Monteith, Lea Michele, Matthew Morrison e Jane Lynch in una foto promozionale
Nel ringraziare Jane Lynch, Ryan ha scherzato con il pubblico dicendo che la lista nozze è stata registrata da Tiffany, ma nella realtà Jane sembra essere molto lontana dal glamour dello showbiz e soprattutto dalla cattiveria di Sue Sylvester, tant'è che in un simpatico aneddoto con una signora che aveva smarrito il passaporto, Jane, che lo aveva ritrovato, si è fatta contagiare dall'entusiasmo della fan in questione che tra abbracci e salti sembrava avesse appena vinto alla lotteria.

Per quanto riguarda il Vanguard Award, è stato ricevuto da Drew Barrymore, per il suo storico impegno a favore della comunità LGBT; l'attrice ha accettato il premio dicendo che "ciò che più conta per me in una serata come questa, il motivo che mi spinge a battermi per i diritti (gay) è che ci sono tante, troppe persone che hanno bisogno di una famiglia, e questa è l'unica vera cosa che importa: che ci prendiamo cura gli uni degli altri. Qualsiasi difficoltà legislativa, problemi politici, tutto quello che bisogna superare per far si che queste famiglie abbiano il diritto di esistere, di amarsi è la cosa più importante." Sempre nel mondo del cinema, troviamo il regista-stilista Tom Ford che è stato premiato per il film A single Man, ma che purtroppo ha dovuto accettare il riconoscimento senza Richard Buckley al suo fianco, perchè il suo partner è stato bloccato, come tanti, dai disagi creati dall'eruzione vulcanica Islandese.

In conclusione, questa 21esima edizione ha avuto un'ospite particolare, Constance McMillen, (teenager del Mississipi che ha intrapreso una battaglia legale con il consiglio scolastico del suo liceo per ottenere il diritto di portare la sua fidanzata al ballo scolastico) che è stata invitata alla serata per consegnare il premio Stephen F. Kolzak all'attrice Wanda Sykes per il suo significativo apporto nella promozione della parità dei diritti per la comunità LGBT. All'ingresso di Constance, il pubblico in sala le ha donato una standing ovation per il coraggio dimostrato nonostante la sua giovane età e l'ostilità che ha dovuto subire durante la sua lotta; la Sykes, ricevendo il trofeo dalle sue giovani mani, l'ha ringraziata con queste parole "Constance tu stai davvero creando un mondo migliore".

GLAAD Awards, tra i premiati Glee e Drew Barrymore
Privacy Policy