Ghostbusters, Sigourney Weaver difende il reboot al femminile

L'attrice americana si è scagliata contro le violente critiche al film di Paul Feig, dando la colpa anche a internet...

Ghostbusters - Acchiappafantasmi di Ivan Reitman è uno dei film più amati degli anni '80, l'unione di ironia, commedia ed elementi horror e fantasy ha portato la pellicola ad essere iconica, e quando film cult vengono rivisitati, molti fan non sono troppo felici. Nel caso del reboot di Paul Feig, il livello di odio e delusione dei fan è stato ai massimi livelli prima ancora della fine delle riprese. La star femminile del film originale, Sigourney Weaver, ha deciso di rispondere all'ondata di sdegno che ha accolto il film del 2016:

"Sono stata molto sorpresa dalle reazione. Non riesco a capirle, francamente. Credo sia stata una reazione molto crudele e infantile. Capisco il legame con il film, quella possessività che si ha verso un film che si amava da bambini. Ma dai, le cose cambiano, le donne possono dire la loro e ci sono tantissimi progetti a riguardo. Secondo me è un buon film. Loro erano meravigliose e nessuno sta toccando l'originale. Non capirò mai tutto quest'odio, credo sia disdicevole."

Leggi anche: Doctor Who: Jodie Whittaker è il primo Dottore donna!

"Credo che tutto ciò abbia a che fare con internet, dove si parla senza filtri, dicendo cose che se fossimo in un bar con gli amici non avremmo il coraggio di farlo. Penso che episodi del genere continueranno a verificarsi, e mi dispiace che sia successo proprio per questo progetto."

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Ghostbusters, Sigourney Weaver difende il reboot...
Ghostbusters, Dan Aykroyd dà la colpa al regista Paul Feig: "Ha speso troppo"
Ghostbusters: In arrivo un film d'animazione e un nuovo live action?
Privacy Policy