George Clooney e l'autista di bin Laden

L'attore produrrà un dramma giudiziario dedicato alla ricostruzione del processo che vedeva come imputato l'autista di Osama bin Laden, detenuto a Guantanamo Bay per cinque anni. Clooney potrebbe anche dirigere e interpretare il film.

La Warner Bros. Pictures ha ingaggiato Aaron Sorkin per scrivere The Challenge, dramma giudiziario che verrà prodotto da George Clooney e dalla sua Smoke House. Clooney produrrà il film insieme al socio Grant Heslov. L'affascinante attore potrebbe anche decidere di dirigere lui stesso la pellicola e di interpretare Charles Swift, l'avvocato della Marina che si battè insieme al professor Neal Katyal della Georgetown University per garantire un equo processo a Salim Hamdan, l'autista di Osama bin Laden, rinchiuso a Guantanamo Bay per cinque anni.

Il progetto è ispirato al libro di Jonathan Mahler The Challenge: Hamdan v. Rumsfeld and the Fight Over Presidential Power. Nell'accordo per la realizzazione di The Challenge è stato stabilito che il film non deve assolutamente entrare nel merito del verdetto, propendendo per la colpevolezza o innocenza di Hamdan, ma deve concentrarsi sugli sforzi dei due avvocati che perseguirono il governo degli Stati Uniti dopo aver verificato che le sue leggi erano state infrante e la Costituzione era stata violata.

Il bel Clooney prosegue nel suo percorso di cinema rigoroso d'impegno e attenzione ai diritti civili. L'attore è attualmente impegnato nelle riprese di Men Who Stare at Goats, ispirato al romanzo Capre di guerra scritto dal giornalista Jon Ronson.

George Clooney e l'autista di bin Laden
Privacy Policy