Gabriel Garko nel ruolo di Rodolfo Valentino

Il protagonista di numerose fiction targate Mediaset vestirà i panni del latin lover per eccellenza, star del cinema muto, che scomparve a soli 31 anni, entrando nella leggenda.

Da rapinatore a star del cinema muto: l'inarrestabile Gabriel Garko, dopo aver concluso le riprese di Bang Bang, miniserie che lo vedrà nel ruolo di un rapinatore degli anni '50, inizierà a girare un nuovo progetto targato Mediaset, la biopic televisiva di Rudolph Valentino, leggendario divo italiano che fece fortuna negli Stati Uniti, diventando il primo latin lover della storia del cinema.
Le riprese della miniserie, della quale non si conoscono molti dettagli, inizieranno a maggio e si svolgeranno tra l'Italia e gli USA, quindi si presume che ripercorrerà la breve esistenza dell'attore, che riuscì a stregare il pubblico femminile con le sue interpretazioni in pellicole come Lo sceicco e Sangue e arena.

La sua improvvisa e prematura scomparsa fu celebrata con due cortei funebri - uno a Hollywood e l'altro a New York - e gettò nello sconforto centinaia di ammiratrici. Nonostante la fama da macho tuttavia, il mito di Valentino fu messo più volte in discussione dalle voci sulla sua omosessualità, che gli valsero il celebre soprannome "piumino da cipria".


Gabriel Garko nel ruolo di Rodolfo Valentino
Privacy Policy