Custodes Bestiae

2004, Horror

Friuli, terra di horror

Arriva in DVD dal 15 luglio Custodes Bestie, di Lorenzo Bianchini, grazie a C.E.C./Centro Espressioni Cinematografiche e RIPLEY'S Home Video

Federico Gironi

A distanza di tre anni dalla realizzazione del primo horror friulano della storia, √3 - Radice quadrata di tre, nel 2004 il fervido talento del giovane regista friulano Lorenzo Bianchini dà alla luce un secondo lungometraggio dal titolo Custodes Bestiae, che va ad arricchire quella produzione di cinema di genere ormai quasi assopita nel nostro paese.

A distanza di un anno scarso dalla distribuzione di √3 - Radice quadrata di tre , e sull'onda dello straordinario successo di vendite (quasi 2000 copie nel giro di pochi mesi), a giugno del 2006 il Centro Espressioni Cinematografiche di Udine avvia una collaborazione con la Ripley's Home Video per la distribuzione di Custodes Bestiae su scala nazionale, con il quale prende vita un progetto finalizzato alla distribuzione per il mercato homevideo di opere indipendenti e di collane legate alle cinematografie orientali, di cui l'Udine Far East Film Festival organizzato dal C.E.C. è una vetrina imprescindibile da ormai nove anni.

Secondo lungometraggio tra il giallo e l'horror tutto "made in friuli", ricco di suspense, Custodes Bestiae racconta un viaggio emozionante alla ricerca dell'elemento sovrannaturale che porta alla morte tutti coloro che si avvicinano troppo al "mistero" medievale, fulcro della vicenda, segreto e sepolto da tempo nella storia del Friuli...

Partendo da alcune vecchie fotografie, ritrovate quasi per caso, inizia un viaggio nella paura che riporta nel presente il XVI secolo; storie di affreschi che rivelano nuovi e terribili simbolismi, presenze oscure che osservano e tramano alle spalle dei protagonisti...

Ai giorni nostri un professore universitario e un giornalista si muovono dal capoluogo friulano verso la verità, tra documenti dell'Inquisizione e inquietanti antiche leggende: un viaggio che possiede, oltre il fascino della ricerca storica e di un mosaico di situazioni straordinarie, anche atmosfere di forte tensione emotiva tipiche del genere thriller.

Prodotto dall'associazione culturale ArgentoVivo, con i contributi dell'Assessorato alla Cultura della provincia di Udine, Custodes Bestiae è stato girato interamente in Friuli in luoghi estremamente suggestivi per bellezza architettonica e valenza storico-culturale: da Villa Manin al Forte di Osoppo, da Aquileia a Santa Margherita del Gruagno passando ovviamente attraverso la città di Udine. Ancora una volta Lorenzo Bianchini sceglie di girare tutto il film utilizzando 2 lingue: l'italiano e il friulano, in modo da sfruttare ed esaltare l'efficacia della duplice realtà linguistica presente nell'area geografica e sociale in cui ambienta la vicenda.

Per questi 90 minuti di forti e dense emozioni il regista ha voluto ricomporre gran parte del cast di Radice quadrata di tre con Massimiliano Pividore e Alex Nazzi protagonisti, ai quali si aggiungono altri attori provenienti dal mondo del teatro locale: Giorgio Merlino, Gianni Nistri, Nevio Ferraro, Edo Basso. Le musiche sono firmate da Giulio Venier, che ha curato anche la trasposizione in chiave moderna di brani medioevali, frutto di ricerche effettuate da lui stesso; la fotografia è di Ivan Scialino mentre la ricerca storica è stata curata dal prof. Andrea Del Col.

Il dvd è in vendita dal 15 luglio.

Prezzo di listino: €12.90

Friuli, terra di horror

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy