Frank Darabont: al via con Mob City, si lascia alle spalle la AMC

L'autore parla dell sua nuova serie e commenta il doloroso distacco da The Walking Dead.

La nuova creatura di Frank Darabont, Mob City, sta ricevendo tutte le attenzioni del caso dalla TNT che ha messo in atto una campagna promozionale invidiabile per un 'limited event' della durata di tre settimane. Il canale ha deciso di inserire due appuntamenti settimanali per la miniserie noir che prenderà il via negli States il 4 dicembre "è un po' una semi-scorpacciata. Il pubblico avrà la possibilità di capire subito se è qualcosa che vale la pena di vedere o meno, la trovo una scelta molto intelligente. Se lo show avrà successo non sarà soltanto grazie ai nostri sforzi ma anche al fatto che la TNT si è impegnata al massimo per il marketing" ha detto Darabont.

Durante un'intervista a Variety l'autore ha raccontato che il genere noir è sempre stato un suo punto debole e che la nascita di Mob City è avvenuta per puro caso grazie a un acquisto fortuito nell'aereoporto di Los Angeles "ho trovato il libro di John Buntin, L.A. Noir: The Struggle for the Soul of America's Most Seductive City proprio nell'aereoporto di Los Angeles, il LAX. Stavo lasciando la città per un breve periodo nel 2010, all'inizio ho pensato che si trattasse di una collezione di racconti, ma quando ho capito che non si trattava di fiction non sono riuscito a mollare quel dannato libro per due giorni di seguito!".

L'idea di farne una serie è venuta a Darabont in seguito al termine della sua collaborazione con la AMC e The Walking Dead e quando Variety ha chiesto all'autore se sta ancora seguendo in TV lo zombie-serial, la risposta è stata decisamente negativa "Oddio no, perchè dovrei? Se la donna che ami con tutto il tuo cuore ti lascia per l'istruttore di Pilates e ti invita al suo matrimonio, voi ci andreste?" - è evidente che nonostante il tempo trascorso la ferita è ancora aperta - "c'era un profondo impegno emotivo con The Walking Dead, qualcosa che nasce quando crei un'opera che ti è molto cara e quando questo viene distrutto da un branco di sociopatici che se ne fregano dei tuoi sentimenti o dei sentimenti del cast e delle troupe solo perchè hanno delle motivazioni egoistiche per mandare tutto all'aria... è qualcosa che si può mandar giù". Auguriamo a Darabont di superare il 'tradimento' subito, intanto qui è disponibile il trailer di Mob City.

Frank Darabont: al via con Mob City, si lascia alle spalle la AMC

Frank Darabont: al via con Mob City, si lascia...
Privacy Policy