Florence Korea Film Fest 2013: si parte tra eros e Pietà

Tra gli eventi più attesi la retrospettiva dedicata all'eros e la notte horror che ospiterà la proiezione di The Sleepless. Tra gli ospiti la diva jeon Do-yeoun e il regista Im Sang-soo. Chiuderà il pluripremiato Pietà di Kim Ki-duk.

Sarà la star asiatica Jeon Do-Yeon, l'acclamata attrice tra le più famose in Corea del Sud, l'ospite d'eccezione dell'undicesima edizione del Florence Korea Film Fest, il festival di cinema sud coreano, che si terrà dal 15 al 24 marzo al cinema Odeon di Firenze, diretto da Riccardo Gelli, ideatore e fondatore del Festival. All'attrice sarà dedicata una retrospettiva, per la prima volta in Italia, e sarà a Firenze per incontrare il pubblico e riceve il premio Florence Korea Film Fest. Jeon Do-Yeon (classe 1973) ha lavorato in 15 film per il cinema, 20 fiction per la tv e molte produzioni teatrali. Musa di grandi maestri come Lee Chang-dong, con il quale e grazie al quale è stata omaggiata del premio come Miglior Attrice al Festival del Cinema di Cannes nel 2007 (prima e unica coreana) nel film Secret Sunshine, ma anche grande ispiratrice di giovani talenti, Jeon ha attraversato la new wave cinematografica coreana cavalcandola e lasciando il segno. La retrospettiva (8 film) presenta il suo esordio come attrice in The Contact di Jang Yoon-hyeon (prima italiana); il drammatico Happy end (nel quale interpreta il controverso ruolo di una donna che non riesce ad adempiere al suo ruolo di madre e moglie). L'immaginifico My Mother The Mermaid in cui interpreta un doppio ruolo e sarà dolce e romantica in My Dear Enemy. In anteprima nazionale sarà presentato Countdown e riproposto Untold Scandal in cui interpreta una bella e cinica nobildonna. L'attrice incontrerà il pubblico martedì 19 marzo alle ore 21 in occasione della proiezione di The Housemaid del maestro Im Sang-Soo.

Park Yi-kyung  minaccia Jeon Do-Youn nel dramma The Housemaid di Im Sang-soo
Il programma della undicesima edizione presenta 52 film di cui 32 lungometraggi (16 in anteprima nazionale) e 20 corti, per dieci giorni di proiezioni e 4 registi ospiti. L'inaugurazione sarà affidata alla prima italiana di Masquerade di Choo Chang-Min (il regista sarà presente a Firenze), il kolossal in costume ambientato nel 17esimo secolo in Corea, il più visto nel 2012 in patria. La chiusura del festival sarà affidata a Pietà del maestro del cinema Kim Ki-Duk, trionfatore della Mostra del Cinema di Venezia 2012. Tra le novità di quest'anno la sezione K-Eros, una retrospettiva interamente dedicata al genere erotico, un genere che ha raccontato forse meglio di tutti gli altri i profondi cambiamenti che la Corea ha attraversato negli ultimi anni. La retrospettiva - 8 film dagli anni '80 ad oggi - ci restituisce il racconto per immagini di uomini e donne, vittime o carnefici, a cui l'erotismo ha cambiato la vita, mettendo insieme stili e visioni di un mondo al contempo reale, fantastico e fatale. Tra gli ospiti della sezione il regista Kim Dae-sun che presenterà The Concubine, un film in costume che racconta la storia della povera Hwa-yeon, una ragazza che decide di lasciarsi alle spalle gli stenti e di diventare concubina del re. A palazzo conquista le attenzioni del principe Seong-won (un megalomane dedito ai piaceri della vita) e del giovane Kwon-yoo. Nella sezione sarà omaggiato il regista Park Chul-Soo, recentemente scomparso, con il suo ultimo film B.E.D., incentrato su un uomo che ha sviluppato un legame ossessivo con il proprio letto matrimoniale. Gli altri titoli sono: Between the Knees di Lee Jang-ho (anteprima nazionale); Sweet Sex & love di Bong Man-dae, Yellow Hair di Kim Yu-min (anteprima nazionale); Lies di Jang Sun-woo; Hypnotized di Kim In-shik e il film collettivo Five Senses of Eros dei registi Oh Ki-Hawn, Hur Jin-Ho, Kang Young-Mo, Park Juno, Kim Jin.

Una scena del film 'Secret Sunshine'
Tra la nuove sezioni anche K-Animation dedicata ai film d'animazione con due anteprime nazionali: The King of Pigs, film indicato per un pubblico di adulti, e per i più piccoli Padak, storia di uno "sgombro" finito nella rete dei pescatori per diventare sushi. La manifestazione mostrerà uno spaccato della cinematografia contemporanea nella sezione Orizzonti Coreani con 7 film tra cui le anteprime nazionali Front Line di Jang Hoon (pupillo di Kim Ki-Duk) sulla guerra tra Nord e Sud Corea; il noir Helpless della regista Byeon Yeong-joo e il film d'azione Confession of a Murder del regista Jeong Byeong-gil (presente a Firenze). Anche The Taste of Money di Im Sang Soo (presente a Firenze) che racconta la storia una delle famiglie più ricche di Seoul composta da Yoon, presidente di una compagnia, e sua moglie, ereditiera sposata dal protagonista solo per i suoi soldi e la sua posizione, la loro figlia divorziata e un figlio. Im Sang-soo è tra i registi più quotati del panorama coreano moderno. La sezione Independent Korea, dedicata ai film di giovani registi indipendenti che difficilmente trovano spazio nella grande distribuzione coreana, presenta 4 film tra cui tra cui il film Pluto della regista Shin Su-won, presente in sala per incontrare il pubblico. Tra gli eventi speciali la consueta Notte Horror con l'anteprima nazionale di The Sleepless di Kim Dong-Bin. I film della sezione "Corto, Corti" saranno proiettati prima di ogni lungometraggi. Tra i cortometraggi la prima italiana del cortometraggio Jury dell'ex direttore Kim Dong-ho, fondatore del BIFF Busan International Film Festival, il più importante festival asiatico di cinematografia. Gli altri cortometraggi sono una selezione presa dai festival di cortometraggi AISFF - Asiana International Short Film Festival e del SESIFF - Seoul Extreme Short International Film Festival.

Pietà: Lee Jung-jin nei panni dello strozzino in un'immagine tratta dal film
Tanti gli eventi collaterali: sabato 16 marzo si terrà all'Hard Rock Cafe una tavola rotonda con il maestro Im Sang-Soo (ore 11) e alle ore 18 in piazza Mino a Fiesole l'inaugurazione della mostra collettiva dal titolo "Korea Sculpture Festival", l'esposizione organizzata in collaborazione con la Korean Sculptor's Association e del Comune di Fiesole, sarà visitabile dal 16 Marzo al 12 Aprile. Domenica 17 si terranno in piazza Repubblica (dalle 16 alle 18) molti eventi "Open Air": Taekwondo (Esibizione del Centro Taekwondo di Firenze); "Haidong Gumdo" esibizioni con spada coreana (dell'Associazione Fiorentina Mu dok kwan dojang) e il Flash Mob K-Pop dell'Associazione K-Pop Toscana. Sabato 23 Marzo, alle ore 23:30, torna in Italia dopo tre anni il gruppo K Pop più popolare in Corea del Sud i Bye Bye Sea (Annyeongbada) con l'attesissimo concerto all'Hard Rock Cafe a cui seguirà e il DJ Set con l'artista Yoo-suk Oh.

Florence Korea Film Fest 2013: si parte tra eros...

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy