'Filmare le arti. Cinema e paesaggio': il convegno all'Università di Firenze

L'incontro, che si terrà il 25 e 26 gennaio, metterà a tema il rapporto che il film intrattiene con il paesaggio e con le forme espressive, artistiche e letterarie che l'audiovisivo racconta e rende visibili.

Nei giorni 25 e 26 gennaio si terrà a Firenze, presso il dipartimento SAGAS (Storia Archeologia Geografia Arte Spettacolo, via G. Capponi, 9) il convegno Filmare le arti. Cinema e paesaggio, curato da Cristina Jandelli, Chiara Tognolotti ed Elisa Bianchi.

Promosso dall'Università di Firenze, dal dipartimento SAGAS e dal Dottorato Internazionale Pegaso in Storia delle arti e dello spettacolo (Università di Firenze, Pisa, Siena), il convegno nasce dalla ricerca CAPUT (Cinema Arte Paesaggio Università Toscana), un progetto strategico dell'Ateneo di Firenze che vuole indagare la relazione fra paesaggio, arti visive e performative. In particolare, l'incontro - che vedrà la partecipazione di importanti studiosi italiani e francesi - metterà a tema il rapporto che il film intrattiene con il paesaggio e con le forme espressive, artistiche e letterarie che l'audiovisivo racconta e rende visibili: se il paesaggio è l'espressione di una comunità, della sua identità e dei suoi valori, in che modo la performance artistica incide su di esso? E come la ripresa audiovisiva, grazie anche alle possibilità date dalle nuove tecnologie, registra tutto questo? Quale significato assume l'atto di filmare, in relazione ai temi dell'identità, della collettività, delle buone pratiche ecologiche e di fenomeni emergenti ed economicamente rilevanti come il cineturismo?

All'interno del convegno (giovedì 25 alle 17,30) verranno anche proiettati i video vincitori del concorso Filmare le arti, cui hanno partecipato gli studenti dei corsi di laurea DAMS e PROGEAS e che hanno documentato eventi spettacolari che si sono svolti in Toscana nell'estate 2016, come Mercantia di Certaldo, la festa medioevale di Monteriggioni, le giornate di Effetto Venezia a Livorno, lo spettacolo messo in scena dalla Compagnia Katzenmacher di Alfonso Santagata nella miniera di Ravi sulle colline metallifere, i concerti del Maggio Musicale Fiorentino nel cortile di palazzo Pitti. A premiare i vincitori, Stefania Ippoliti, presidente di Italia Film Commissions. La rassegna dei corti è a cura di Cristina Jandelli, Luca Ferro e Raffaele Pavoni.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

'Filmare le arti. Cinema e paesaggio': il...
Firenze Libro Aperto: Joe R. Lansdale e Licia Troisi tra gli ospiti
Privacy Policy