Fil.mare 2009, Crescentini, Tornatore e De Laurentiis tra i premiati

Il regista di Baaria e la bella attrice sono alcuni dei premiati durante la serata inaugurale della rassegna Fil.mare di Castel Volturno diretta da Valerio Caprara. Riconoscimenti anche per Aurelio De Laurentiis ed Enzo Gragnaniello.

"E' entusiasmante, ed insieme sorprendente, accorgersi di quanto il pubblico internazionale continui ad amare il cinema italiano". E' il concetto espresso dal regista Giuseppe Tornatore nel corso della serata inaugurale della rassegna Fil.mare di Castel Volturno diretta da Valerio Caprara, che lo ha visto tra i protagonisti del Premio Domiziano. "A Toronto, a Tokio e anche pochi giorni fa a San Paolo del Brasile, gli spettatori non solo hanno apprezzato Baaria, ma mi hanno tempestato di domande sul cinema italiano, i suoi registi, gli attori e le sue storie. Cio' vuol dire che a dispetto dei brutali tagli al Fus (fondo unico spettacolo), la forza del nostro cinema puo' ancora rappresentare una risorsa economica e culturale nel mondo". Rispetto alle polemiche riguardanti il marchio produttivo di Baaria (la Medusa), ha risposto: "In questo caso ho sperimentato una perfetta intesa con Letta e Spedaletti. Per la verità con tutti i miei produttori sono sempre stato fortunato. Temo soltanto che per il mio sogno di realizzare il film sull'assedio di Leningrado, per il quale ho speso 5 anni della mia vita, non troverò mai la disponibilità necessaria".

Fil.mare 2009: Giuseppe Tornatore
Dichiarazioni entusiastiche anche da parte di Carolina Crescentini: "Amo Napoli e i miei più cari amici sono campani. E poi qui ho girato la mia prima fiction, La Squadra. Un set ma anche una grande famiglia che rispecchia a pieno titolo la vitalità e l'affetto dei napoletani". Così l'attrice romana ha esordito alle prime domande dei giornalisti giunti all'Holiday Inn Resort di Castel Volturno per la serata inaugurale di Fil.mare. Tanti successi, ma anche nuovi progetti: "E' in uscita - spiega l'affascinante attrice - Venti Sigarette di Aureliano Amadei, unico civile sopravvisuto alla strage di Nassiriya. Un'opera molto toccante". Poi un commento sulla partecipazione alla rassegna Fil.mare: "Venire in Campania è un piacere. Partecipare ad un evento che mira a promuovere il cinema tra la gente è davvero importante".
"A Carolina Crescentini per la versatile brillantezza delle sue interpretazioni che ne fanno una delle attrici italiane più vicine alla sensibilità di un pubblico appassionato, competente e giovane". Questa la motivazione del Premio Domiziano 2009 assegnato - nell'ambito della seconda edizione di Fil.Mare, la rassegna di film e documentari ispirati al mare in corso di svolgimento a Castel Volturno (CE) - all'attrice Carolina Crescentini, resa famosa da Notte prima degli esami - Oggi, che si è aggiudicata anche la nomination come migliore attrice non protagonista ai David di Donatello 2008 con Parlami d'Amore di Silvio Muccino.

Fil.mare 2009: Aurelio De Laurentiis con il 'munaciello' regalatogli dall'orafo Roberto De Laurentiis
Scaramanzia e riconoscimenti invece, per l'inarrestabile Aurelio De Laurentiis: "Non mi fermo mai. Oltre al cinepanettone Natale a Beverly Hills, punto molto su Genitori e Figli Istruzioni per l'uso di Veronesi. Poi forse non tutti sanno che amo gli horror: ho comprato Paranormal Activity di Oren Peli che uscirà il 5 febbraio in Italia e quando l'ho visto non vi nascondo ho avuto davvero paura". Durante la premiazione il produttore della Filmauro e presidente della Società Sportiva Calcio Napoli ha ricevuto in dono dall'orafo Roberto De Laurentiis un portachiave che ritrae o' Munaciello (leggendario spiritello benevolo della tradizione partenopea) e poi ha mostrato al pubblico i cornetti portafortuna che aveva in tasca.

Fil.mare 2009, Crescentini, Tornatore e De...
Privacy Policy