Ewan McGregor rimanda il suo debutto alla regia

L'attore aveva trovato la storia giusta da trasformare nella sua opera prima, ma poi ha scoperto che qualcun altro la stava già realizzando.

Ogni tanto a Hollywood capita che un autore si innamori di una storia, ma dopo averci lavorato a lungo sia costretto ad abbandonarla perché scopre che qualcun altro sta pensando alla stessa storia. Quando questo accade a una star affermata, che conta di fare della storia in questione il suo debutto alla regia, è ancora peggio. Stavolta è toccato a Ewan McGregor. L'attore scozzese da tempo accarezzava l'idea di dirigere un film basato su una gara di yacht svoltasi nel 1968. McGregor aveva studiato l'epoca, fatto ricerche sull'evento sportivo e stava per scrivere lui stesso la sceneggiatura collaborando con la moglie, la production designer Eve Mavrakis. Poi però ha scoperto che qualcun altro stava pensando a portare al cinema la storia e in un'intervista al Nylon Guys Magazine ha dichiarato: "Mia moglie si stava occupando del design, io volevo dirigere il film. Poi abbiamo scoperto che quaIcun altro lo stava già facendo. Mi sono scoraggiato. La vera ragione per cui vorrei dirigere un film è che così potrei andare al lavoro senza togliermi i miei vestiti. Da attore ogni giorno vado al lavoro, mi spoglio e indosso gli abiti di qualcun altro così mi piacerebbe poter indossare i miei vestiti tutto il giorno".

Lasciando da parte gli scherzi, McGregor ha spiegato che per lui non è possibile debuttare dietro la macchina da presa con una storia qualsiasi, perciò al momento ha accantonato l'idea di dedicarsi alla regia almeno finché non troverà il materiale giusto. "Sto ancora aspettando la storia che trovi me. Sarebbe affascinante dirigere un film e penso che sarei molto soddisfatto da una tale esperienza, ma non posso far finta di saperlo già fare. Devo partire dalle basi" ha concluso l'attore che prossimamente vedremo nell'eccentrica commedia sentimentale Salmon Fishing in the Yemen e nell'action movie corale Knockout - Resa dei conti, diretto da Steven Soderbergh.

Ewan McGregor rimanda il suo debutto alla regia
Privacy Policy